I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

giovedì 11 aprile 2013

Dracula 3 D ( 2012 )

Johnathan Harker si trasferisce in Transilvania perchè deve catalogare tutti i volumi presenti nella biblioteca del conte Dracula. Dopo poco tempo lo segue la moglie Mina che con l'occasione rivede la sua grande amica Lucy. Mina trova un paese sconvolto da morti misteriose e ha modo di constatare il fascino malsano e misterioso del conte Dracula che per una notte la ospita nel suo castello.Intanto del marito non c'è nessuna traccia, Lucy muore improvvisamente dopo un breve malessere e in paese arriva Van Helsing, una vita votata all'inseguimento del conte, che cerca di risolvere a modo suo i problemi che ha con Dracula.
Intanto Mina è soggiogata dal conte....
Sui titoli di coda ho letto che tutta la troupe ha bevuto acqua Lauretana ( scusate lo spot involontario): è la prima volta che leggo che c'è una sponsorizzazione pure sull'acqua che beve una crew cinematografica, interessa a qualcuno? Credo di no, ma soprattutto quell'acqua l'ha bevuta pure il signor Argento?perchè a vedere il suo ultimo capo d'opera sembra che abbia bevuto tutti corretti grappa o pinte di latte di suocera.
Passando ai titoli di testa viene sparata subito la dicitura che Dracula 3 D è stato riconosciuto come film di interesse culturale nazionale. Ah si? e da chi era formata la commissione che ha stabilito questa cosa?da Topolino, Pippo, il commissario Basettoni e l'ispettore Manetta?
Decisamente la cosa più horror di tutto il film!
Sparare su Dracula 3 D è come tirare sul pianista dei film western o come sparare sulla Croce Rossa ma vogliamo astenerci da questo esercizio retorico che CE piace tanto?
No, no , no!
Cominciamo dal manifesto del film: ma solo a me sembra più una locandina di una nuova versione di King Kong che non una pellicola incentrata sulle mitiche gesta del conte?
Devo dire che all'inizio ci speravo anche: la fotografia di Luciano Tovoli azzarda un cromatismo che ricorda tanto i tempi gloriosi di Mario Bava e dei suoi horror girati con zero soldi e tanti colpi di genio nell'ideare soluzioni visive vincenti, ma la luna di miele col nuovo Argento dura poco, pochissimo.
Dura fino alla scena di sesso tra Tanja ( a proposito ben lieto di conoscerti Miriam Giovannelli, fisicamente tanta roba anche se il fatto che vieni doppiata non depone certo a favore delle tue "doti" attoriali che cerchi di tenere ben nascoste facendoti vedere spesso vestita solo di un paio di gocce di Chanel N°5 e usando le tue tette 3d  da quarta abbondante come arma stereoscopica di distrazione di massa) e un contadino adultero ma che sembra molto ben dotato.
Ecco qui già sorgono i primi dubbi: se Battiato negli anni '80 giocava con gli amici a raccogliere ortiche, a metà degli anni '90 noi si giocava a organizzare serate per risollevare le sorti del cinema italiano, rigorosamente per soli uomini ( denominate " serate tutte mazze") in cui ci si faceva una cultura di uno dei migliori autori del nuovo cinema italiano: Mario Salieri , autore di pietre miliari quali Adolescenza perversa e Concetta Licata. Nel '94 fu la volta del suo Dracula versione riveduta e scorretta.
Ecco posso dire che le scene non porno del Dracula di Salieri hanno più o meno la stessa qualità della versione di Dario Argento?
E meno male che avevo modo di udire Claudio Simonetti in un'intervista radiofonica magnificare le doti di questo nuovo lavoro del grande Dario,affermando che era ritornato ai fasti registici di una volta.
E io quasi a crederci..... A Cla' ...ma vaffanculo!
La cosa che mi lascia basito di questo film , che riesce a buttare via locations azzeccate e che ha  un'aria spoglia perchè gli interni sono tutti molto più spartani di quello che ci si aspetta( a confronto i vecchi film della Hammer sembrano megaproduzioni almeno per quanto riguarda gli arredi interni), è che è costato la bellezza di 7 milioni di euri. E come li avete usati?
Ma perchè gli americani riescono a fare film con poche migliaia di dollari e sembrano girati in modo più professionale di questo?
Non sono stati spesi certo per le secchiate di sangue a casaccio o per gli attori: a parte un Rutger Hauer supereroistico  in gita premio, un'Asia Argento imbarazzante come al solito ( a proposito di imbarazzo, ma possibile che giri scene di nudo col padre senza alcun problema?) e un Kretschmann che dà vita a un Dracula tanto piacione quanto insipido cosa dire degli altri comprimari che sembrano davvero usciti da un porno anni '90? vogliamo parlare di tale Unax Ugalde, nella parte di Harker , che sembrerà il fratello di Cavani a tutti i volgari pallonari che si dilettano anche nell'essere fini dicitori di cinema? E il livello recitativo è lo stesso di Cavani, quindi siamo al livello scarpini rubati a una campo di calcio....
Ed è meglio non soffermarci sul lupo mannaro in cui si trasforma il conte ( ma siamo a Dracula o a Twilight?) oppure sulla famigerata scena della mantide che ancora mi chiedo cosa cacchio c'entri col resto del film.
O forse era per dare una punta di visionarietà al tutto....
Insomma i difetti endemici del cinema di Argento ci sono tutti e chi sperava di trovarsi di fronte a un ritorno dell'autore romano ai fasti del passato rimarrà ampiamente deluso.
Se poi uno confronta questo Dracula con le numerose versioni fatte nel passato, beh c'è solo da intristirsi, questo si situa proprio nelle retrovie.
Solo un'altra e poi finisco: Kretschamann si appresta a interpretare una nuova serie tv che si intitolerà Dracula e sapete nella parte di chi? In quella di Van Helsing.
Forse perchè gli piace vincere facile....

( VOTO : 2 / 10 )  Dracula (2012) on IMDb

26 commenti:

  1. Risposte
    1. allora guardati The words! ah ah ah ah ! che battutaccia infima!

      Elimina
  2. Mi fa venire i brividi solo il pensiero di guardarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto con la compagnia giusta dopo anestesia con una cassa di birra...può essere anche divertente...

      Elimina
  3. beh, le regie di Salieri non sono niente male...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh lo sapevo che eri un buongustaio...

      Elimina
    2. è un po' fighetto per i miei gusti, però, obiettivamente, ha un certo gusto e senso del ritmo, le scene dei suoi film non durano mai mezz'ora

      Elimina
    3. ho sempre pensato anche io che il suo modo di fare regia cozzava col genere....

      Elimina
  4. Risposte
    1. se ti vuoi fare un paio di risate ( di rabbia!) va anche bene...altrimenti saltare...

      Elimina
  5. Non vedo l'ora di guardarlo. Nemmeno tutta la Lauretana del mondo potrebbe dissetarmi quanto questa trashata improponibile XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah qui ci vuole il latte di suocera che si è scolato Argento...

      Elimina
  6. Io ho ancora gli occhi offesi.
    se solo ci ripenso (ed ero in sala, signori, ho pagato per vederlo) mi viene da sbattere la capoccia contro il muro.
    che brutta esperienza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non me lo riesco neanche a immaginare che brutto possa essere vederlo in sala....

      Elimina
  7. Anche io ero in sala, ben lieto di spendere i miei soldi appunto perchè sapevo di vedere un aborto di film. Era tutto finalizzato per divertirmi scrivendone. Ma purtroppo la rece saltò, e dire che era il primo giorno di programmazione, molto update.
    Diciamo che sarebbe assomigliata molto alla tua.
    Però la scena della taverna vale,solo quella.
    E le stracitate tette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per chi non l'avesse capito a me piace pagare per il brutto, non per il mediocre, meglio il brutto.

      Elimina
    2. E comunque è vera quella cosa dell'interesse nazionale e del film d'essai. Lo so per esperienza molto diretta. Leggi il mio inizio della rece di In the market a riguardo. Uno scempio.

      Elimina
    3. eh sarebbe un'interessante discussione quella da fare sul brutto e sul mediocre...soo d'accordo con te qui siamo sul brutto brutto brutto....

      Elimina
  8. Risposte
    1. capolavorone praticamente inarrivabile!

      Elimina
  9. no vabbè... pensa che io l'ho visto pure al cinema in 3d cristoiddiooo! però nella scena della mantide l'ho vista in 3d, fiero di aver avuto una tal esperienza...mi vado a suicidare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho sempre pensato che tu fossi un coraggioso, anzi di più , un temerario!

      Elimina
  10. L'ho visto stamane prima di andare al lavoro... nel pomeriggio ho rischiato il licenziamento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti volevano licenziare solo perchè hai detto che avevi visto un tale capolavoro? hai dei capi molto molto cattivi!

      Elimina
  11. Mi ricordo una recensione di Toxic Avenger uno disse "so bad that it's good", qui non è abbastanza bad allora :)

    RispondiElimina
  12. io sono abbastanza fan della Troma ma loro fanno un cinema diverso: partono già con l'idea di fare cinema trash e proprio per questo molte cose che hanno fatto hanno riscontrato il mio gradimento anche se oggettivamente impresentabili al grosso pubblico. Questo film invece parte con ambizioni ben diverse e poi diventa spazzatura ma in modo del tutto involontario...però visto con la compagnia giusta, qualche birretta e magari pure una bella gara di rutti può essere anche divertente...

    RispondiElimina