I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

venerdì 4 ottobre 2013

Elysium ( 2013 )

Anno 2154: la Terra è diventato un pianeta inquinato e sovraffollato. I più abbienti vivono su Elysium , una specie di metropoli a forma di navicella orbitante dove hanno a disposizione tutto, anche cure mediche che sono sconosciute agli abitanti poveri che continuano a vivere sulla Terra. Max Da Costa ha sempre sognato di andare un giorno su Elysium ma dopo aver fatto il ladro d'auto ed essere stato arrestato ora lavora in condizioni disumane in una fabbrica. Esposto a una dose letale di radiazioni , la sua unica speranza è sfruttare la tecnologia medica di Elysium per rigenerare le sue cellule. Ha solo cinque giorni di vita. Per andare su Elysium si accorda con un malfattore, viene bardato con una specie di esoscheletro e immagazzina nella sua testa le informazioni strategiche rubate a un funzionario. Il mercenario Kruger lo porta allora sulla metropoli orbitante al fine di carpirgli le informazioni contenute nel suo cervello.
E il tempo comincia  a scarseggiare....
Brutta cosa le aspettative: dopo un esordio col botto con il bellissimo District 9, l'ex pubblicitario Neill Blomkamp era atteso al varco con questa sua opera seconda.
E rimanendo nello stesso genere, la sci fi, le aspettative forse erano ancora più alte.
Elysium purtroppo non si è rivelato all'altezza del predecessore deludendo gran parte dell'audience.
E non perchè sia brutto perchè credo che se fosse stato di un regista all'esordio o di qualcun altro che non fosse Blomkamp sarebbe stato valutato con maggior benevolenza.
Ma ha un'estetica mutuata dal precedente e quindi non potendo competere con District 9 è stato bollato da tutti come fallimentare , o quasi.
 Elysium è in realtà un normalissimo film di sci fi, senza infamia e senza lode che non appassiona in modo deciso, nè irrita irrimediabilmente. E' un prodotto medio, ben confezionato anche se non sovrasaturo di effetti speciali come Hollywood spesso impone nelle pellicole di questo genere, con un canovaccio piuttosto semplice che non permette troppe improvvisazioni.
Il problema oltre a quello delle aspettative è anche quello delle aspirazioni: se Blomkamp col suo primo film aveva creato un apologo scintillante su questioni socialmente rilevanti come quelle del razzismo e dell'apartheid, in Elysium ritenta il colpo parlando di mutuo soccorso, di esseri umani che hanno dimenticato di esserlo e di un mondo a due velocità, quella dei ricchi e quella dei poveri che non sono neanche in grado di avere un'assistenza sanitaria degna di questo nome.
Messaggio senz'altro nobile ma inflazionato e che perde l'efficacia in una pellicola che sembra più volte indecisa se prendere una strada decisamente fantascientifica o trasformarsi in un action fracassone con umani bardati come Transformers dei poveri ( o come Robocop mezzi ignudi)  a sferragliare e a combattere fino all'ultimo sangue.
E una Jodie Foster in perfetto stile Simona Ventura, utilizzata poco e male, non risolleva certo le quotazioni di un film più sbagliato che brutto.
Troppo rischioso ripercorrere le strade già battute da District 9, sbagliato forse dare un messaggio nobile molto, anzi troppo intellegibile nascondendolo dietro forme di action tamarra, temeraria la retorica dolciastra con cui viene confezionato il finale tra la classica lacrima e l'ancor più classico sorriso in cui l'etica del sacrificio di uno salva migliaia di vite determinando condizioni di vita migliori per tutti.
Unica consolazione per una certa tipologia di fans ( la parte femminile dell'universo) è che Damon finalmente sembra tornato ad una forma fisica migliore rispetto alle sue ultime uscite cinematografiche.
Elysium scorre via veloce e indolore pur ostinandosi a lasciare messaggi di una certa crudezza riguardanti la stretta attualità.
Forse un po' troppi per un solo , normalissimo film di fantascienza distopica.
Distopia portami via.....

( VOTO : 6 / 10 ) 

Elysium (2013) on IMDb

15 commenti:

  1. Sarà che io avevo fiutato l'andazzo da un bel po' e quindi non mi sono fatto aspettative di sorta, ma a me ha graducchiato. Film semplice ma comunque onesto e coerente con sé stesso. Certo, il distretto 9 era tutto un altro pianeta [scusa il gioco di parole] ma anche qui ci si fa un attimino valere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece avevo un bel po' di aspettative andata parzialmente deluse anche se devo riconoscere che in sè e per sè non è brutto...è qualcosa di medio...

      Elimina
  2. boh, mi sa che son l'unico, ma a me sto film è piaciuto da matti, anche più del gia validissimo District 9

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me District 9 è piaciuto molto più di questo....

      Elimina
    2. a tutti è piaciuto più district 9, mi sa che sono l'unico al mondo che ha preferito questo XDXDXD

      Elimina
  3. Devo prendermi il tempo di vederlo, ma davvero non mi va. Un noleggio glielo concederò ma nonostante la tua bella recensione ormai sono dubbioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una visione senza troppe aspettative la vale tutta...

      Elimina
  4. Concordo in pieno, per me è stata una grande delusione legata alle aspettative enormi nate da District 9.
    Anche se credo che la responsabilità più grossa sia stata della produzione, che ha messo le redini al buon Neil.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse sarebbe stato giudicato più serenamente se fosse stato di un altro regista ma da Blomkamp uno si aspettava molto di più...

      Elimina
  5. Risposte
    1. una visione disimpegnata ci può anche stare....

      Elimina
  6. Uno dei peggiori film. Un Damon poco credibile. Una storia che non sta in piedi (mezzo morto cammina per mezz'ora ???). Questo film lo 'salva' Jodie Foster. Voto: 4/10

    RispondiElimina
  7. Uno dei peggiori film. Un Damon poco credibile. Una storia che non sta in piedi (mezzo morto cammina per mezz'ora ???). Questo film lo 'salva' Jodie Foster. Voto: 4/10

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me non ha fatto un'impressione così negativa ma è sicuramente un grande passo indietro da District 9...

      Elimina
  8. però bradipo seguo il tuo blog perchè sono d'accordo su tutti gli altri giudizi che dai, sei molto bravo

    RispondiElimina