I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 29 ottobre 2013

Cani sciolti ( 2013 )

L'agente della DEA Bobby Trench e il sottufficiale dell'intelligence della Marina statunitense Marcus Stigman sono due infiltrati che trattano con un potente narcotrafficante messicano a cui forniscono passaporti falsi in cambio di droga. Il bello è che lavorano uno all'insaputa dell'altro. Quando organizzano assieme una rapina per far scoprire il boss del narcotraffico in realtà si accorgono presto di essere stati incastrati da qualcuno più grande e si ritrovano inseguiti da delinquenti, Marina, DEA , FBI e CIA. E le loro strade, dopo un momento nel quale si erano divise , ritornano unite per aver salva la pelle e smascherare chi c'è dietro tutti i guai che gli stanno capitando.
La resa dei conti sarà sanguinosa e definitiva.
Cani sciolti è tratto dall'omonima graphic novel di Steven Grant ,è scritto da Blake Masters ( al suo esordio al cinema dopo gavetta televisiva di qualità) ed è il secondo passo nel processo di mimetizzazione americana del regista islandese Baltasar Kormakur dopo l'incerto Contraband.
Perchè è chiaro che questo regista proveniente dalla terra del ghiaccio e del fuoco conosce a menadito i classici americani ( sia quelli più storici che i più "moderni" ) e si diverte a farli propri , citandoli a piene mani nelle sue pellicole, un po' come era successo in Contraband, non rinunciando alla sua matrice europea.
In Cani sciolti si passa dalla citazione di Peckinpah ( la testa dell'informatore nel borsone da portare a spasso come un feticcio), alla riconiugazione del verbo di Tarantino ( i discorsi nella tavola calda antecedenti la rapina) all'aromatizzazione fornita da un Lynch d'annata ( quello di Cuore Selvaggio, il modo in cui è girata la rapina).
Wahlberg e Washington sguazzano letteralmente nei loro personaggi, più il secondo che il primo che oramai si sta dimostrando uno specialista eccellente nei ruoli di spalla ( che non sono così facili).
Risplende nel film la prova di Denzelo, personaggio da film anni '70 con andatura molleggiata , denti d'oro  e pizzetto da capra che sembra una crasi tra il poliziotto di Training Day e il boss di American Gangster.
E funziona egregiamente anche il supercattivo gentilmente fornito da Bill Paxton, uno che fa veramente paura soprattutto quando si mette in testa di giocare alla roulette russa con chi gli capita a tiro ( vedere per credere la sequenza in cui si fa una "partitina" con ginocchia e pudenda di Washington).
Cani sciolti rispetta tutte le regole non scritte dell'action buddy movie americano con pallottole ,scazzottate, esplosioni e risate mescolate nelle proporzioni giuste per garantire un intrattenimento di buona qualità.
Sarà anche prevedibile nei suoi continui colpi di scena che sottendono doppi e tripli giochi canonici del genere ma fila via che è un piacere con la sua aria vintage e il suo non prendersi troppo sul serio.
E poi piace anche quella sana ventata di sana scorrettezza politica in cui in un finale dall'acre sapore western in cui tutti sono contro tutti vincono i più furbi che non stanno necessariamente dalla parte della legge.
Anche perchè quelli che stavano dalla parte della legge erano più cattivi dei narcotrafficanti.
Inatteso successo al box office americano, talmente inatteso che ha fatto slittare di un paio di mesi l'uscita europea in modo da raggranellare più battage pubblicitario e più pubblico.
E sembra che qui da noi ci siano riusciti abbastanza ...

( VOTO : 7 / 10 ) 

2 Guns (2013) on IMDb

11 commenti:

  1. Ne parlo oggi pure io. E pure io ho nominato Peckinpah.
    E Denzellone è un grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh Peckinpah è una questione generazionale...a Denzellone ci voglio bene sempre di più

      Elimina
  2. Devo vederlo, credo o oggi o domani. Le mie aspettative ora sono belle alte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un ottimo intrattenimento lontano da menate autoriali...

      Elimina
  3. A questo punto l'hype a ai massimi livelli.
    Spero di vedermelo entro domani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me ti piacerà...è molto panesalame...

      Elimina
  4. Direi che concordo su tutto, un gran bell'action /buddy movies) Denzel e Whalberg bravissimi e si, tosto anche il mitico Paxton nei panni del cattivo.
    Di questo regista ho visto solo questo e contraband, ma direi che il film in questione sia assai meglio di Contraband che era solo passabile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contraband a me non è piaciuto ma credo che darò una possibilità agli altri film dell'islandese...

      Elimina
  5. Me lo sono goduto a briglie sciolte, mi hanno intrigato gli sbalzi temporali e diverse tarantinate (Paxton sembra uscito da Pulp Fiction...), strafalcioni di sceneggiatura a parte... una serata senza stare troppo a fare le pulci... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. azz!!! e siamo d'accordo su un film! nun ce se po' crede...

      Elimina
    2. ..dai che siamo d'accordo su un saaaaacco de film!!! ;))

      Elimina