I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

domenica 20 ottobre 2013

I migliori film dai miei anni in poi ....# 5

Ci stiamo avvicinando sempre di più al presente e i film visti stanno aumentando esponenzialmente: quinta
puntata. Enjoy it!!!!

1995 THE HEAT

Testa a testa fino all'ultimo con Casinò di Scorsese , un altro molto in alto nella lista dei miei preferiti. Ma il confronto faccia a faccia tra De Niro e Pacino, il primo in assoluto al cinema ( ne Il padrino i loro personaggi non si incontravano mai) vale da solo il prezzo del biglietto. Indimenticabile il loro gioco di sguardi. La seconda metà dell'anno è contrassegnata dal mio servizio militare , per cui il cinema al cinema è diventato il protagonista assoluto delle mie serate, almeno 3 a settimana, qualche volta due film nello stesso giorno, la domenica. E tutto a tariffa ridotta.
E' anche l'anno di un altro film che amo moltissimo che è Strange days, è l'anno di diversi pesi massimi come Seven , Braveheart, I soliti sospetti e di quel burlone che all'uscita del cinema ( ero a Bologna, la sala era al piano superiore) uscì di corsa dal cinema urlando ai quattro venti " Lo zoppo è Keyser Soze! lo zoppo è Keyser Soze!, ed c'era un fiume di gente che si apprestava ad entrare nella sala.... Ed è anche l'anno di un piccolo gioiello che amo moltissimo, un atto d'amore incondizionato verso il teatro: Nel bel mezzo di un gelido inverno di Kenneth Branagh. Tutti visti al cinema, a loro modo tutti ricordi di un particolare periodo della mia vita.

1996 SEGRETI E BUGIE

Altro anno veramente problematico per le mie scelte: vado con l'emozione fortissima che mi ha riservato questo film di Leigh, non so se sia il migliore dell'anno ma in fondo questa lista è fatta con il cuore e vedere Brenda Blethyn che riesce a farti piangere seppur voltata di spalle alla telecamera è qualcosa che non mi era mai successo al cinema. E' l'anno di un altro film che amo alla follia come Un ragazzo, tre ragazze di Rohmer, del bellissimo Fargo dei Coen del fondamentale Le onde del destino di Lars von Trier, uno dei film su cui ho sentito forse più insulti, per quanto mi riguarda assolutamente immeritati. Un altro paio di ammmmori cinematografici, due film piccoli e forse poco noti ma che meritano di essere nominati: Nelly e Monsieur Arnaud , ultimo film del mai abbastanza compianto Claude Sautet e l'esordio fulminante di Cedric Klapisch, Ognuno cerca il suo gatto, una ricognizione poetica per i vicoli della Parigi più nascosta, un caleidoscopio di varia umanità che mi scalda ancora il cuore. And last but non least: un magnifico micione.

1997 FULL MONTY

Abbiamo detto una lista fatta col cuore e Full Monty è la scelta del cuore. Una commedia proletaria piena di scene leggendarie, purtroppo profetica di quello che sarebbe arrivato anni dopo. Anche questo è uno dei rari casi ( due in tutto , questo film e L'età dell'innocenza) in cui ho pagato più volte il biglietto per vederlo al cinema. Magari è una cosa da nerd sfigato ma all'epoca andai almeno tre volte con compagnie diverse. Se avessi dovuto dare retta al cervello avrei dovuto indicare Jackie Brown, uno dei miei Tarantino preferiti, sublime rilettura di genere.Un altro film che non posso fare a meno di nominare è Boogie nights, un'esplosione di talento registico da parte del giovane Anderson, uno che si farà conoscere molto bene nel proseguio della sua carriera e poi una folgorazione: Marius e Jeannette, esordio col botto di Guediguian, un autore amatissimo qui a bottega.

1998 RACCONTO D'AUTUNNO

Per quanto mi riguarda è il vertice della sublime filmografia di Eric Rohmer, uno dei registi più amati qui sul mio ramo d'albero. Un film incantevole che ancora oggi rivedo con piacere , un dvd che conservo gelosamente. Il 1998 è stracolmo di titoli che adoro e che meriterebbero tutti di essere nominati. Sicuramente ne dimenticherò qualcuno. Non posso dimenticare una pellicola leggendaria come Il grande Lebowski, film splendidi come La sottile linea rossa , The Truman show , un altro tra i miei preferiti di sempre che è Happiness di Todd Solondz, uno dei film americani più cattivi che abbia mai visto. E poi non posso fare a meno di citare il mio preferito di Kusturica , Gatto nero gatto bianco , il bellissimo My name is Joe e l'amatissimo Gattaca. Un'altra citazione è d'obbligo per lo splendido La vita sognata degli angeli di Erick Zonca, un cineasta che purtroppo poi è stato relegato in un doloroso oblio dopo aver regalato sprazzi di talento accecante...

1999 FUCKING AMAL

Questo è uno dei rari casi in cui non ci ho pensato neanche un attimo a scegliere: Fucking Amal   è uno dei miei film preferiti in assoluto, una storia d'amore , di presa di coscienza sessuale ,un percorso di formazione che è come  una vampata di fuoco che cova sotto il ghiaccio. In filigrana c'è uno sguardo impietoso verso la società svedese fatta di genitori assenti, nel migliore dei casi e di famiglie disgregate. Il 1999 è importante anche perchè è di quest'anno il Lynch che amo di più, quello dello splendido Una storia vera, di uno dei più bei film di Spike Lee ( e anche uno dei suoi più sottovalutati e misconosciuti), SOS Summer of Sam ed è anche l'anno di Rosetta dei Dardenne, ovvero la nascita di un mio nuovo amore cinematografico perchè adoro alla follia il cinema verità dei fratelloni belgi....


2000 IL GUSTO DEGLI ALTRI


Un 'altra scelta, l'ennesima fatta esclusivamente col cuore. Una
sceneggiatura perfetta che incastra in modo incantevole le storie dei vari personaggi che si dividono la scena e uno dei finali più belli e più emozionanti che abbia mai visto al cinema. Di solito il lieto fine mi sa di ruffianeria verso lo spettatore ma qui è come una liberazione, la testimonianza che qualche volta i sogni si possono anche avverare. Altra emozione fortissima provata al cinema è Il tempo dei cavalli ubriachi di Ghobadi, uno degli allievi prediletti di Kiarostami che si è preso la soddisfazione, talvolta di battere il maestro sul suo stesso terreno. E' anche l'anno di film che ho conosciuto ( e amato) qualche anno dopo la loro uscita: Le armonie di Werckmeister di Bela Tarr, Peppermint Candy ,uno dei capolavori di uno dei registi coreani meglio conosciuti in Occidente, Lee Chang Dong e del seminale Battle Royale. Altri due piccoli film da segnalare che all'epoca mi divertirono assai: Jalla! Jalla! commedia su una famiglia libanese in Svezia alla disperata ( e comica) ricerca di un'integrazione possibile e Italiano per principianti , un film che pur rispettando i dettami del Dogma 95 riesce a essere leggero e divertente , oltre che caustico.
Menzione particolare per uno dei piaceri cinefili più intensi di quella stagione: Grazie per la cioccolata di Chabrol.

E anche per stavolta è tutto. Domenica prossima il penultimo atto di questa lunga cavalcata...

29 commenti:

  1. Scelte di nicchia, mi piacciono! Grande Mann! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma io adoro il cinema di nicchia!!!!

      Elimina
  2. fottutamente stupendo fucking amal!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero , è fottutamete stupendo!!!

      Elimina
  3. Avrai rischiato la vita per aver spifferato ai quattro venti l'identità dello 'zoppo'... complimenti per il coraggio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah !! non ero io, non sarei mai stato capace di una bastardata simile...era un ragazzo che di corsa si faceva strada in mezzo alla gente svelando il finale del film ....meno male che io stavo uscendo....

      Elimina
  4. Oh cavoli, mi mancano quasi tutti! La tua lista va a finire direttamente nella mia ormai infinita dei recuperi!

    RispondiElimina
  5. Rohmer, Full Monty e Segreti e Bugie uber alles!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedo che abbiamo gusti simili! Bene bene bene!!!

      Elimina
  6. Certo che Emidio che fa scelte di 'nicchia' fa un po' ride.. (almeno a me che lo conosco.. ma solo perché.. quanno me c'entra naa nicchia!!!)

    RispondiElimina
  7. Certo che Emidio che fa scelte di 'nicchia' fa un po' ride.. (almeno a me che lo conosco.. ma solo perché.. quanno me c'entra naa nicchia!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah effettivamente la nicchia me sta stretta de spalle!!!

      Elimina
  8. Segreti e Bugie capolavoro. Però Lebowski è il mio film cult in assoluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lebowski è anche uno dei miei cult ma il cuore mi ha detto Racconto d'autunno...

      Elimina
  9. di questi ho visto solo Heat, che ovviamente mi piace assai, eh un film con Al e Bob non può non piacermi ;-)

    RispondiElimina
  10. Listone. Alcuni visti, anche nella mia lista, altri no. Mi ricordo bene del tizio a Bologna..stavo uscendo pure io dallo stesso spettacolo...(davvero eh?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi dire che lo abbiamo visto allo stesso spettacolo!!!!

      Elimina
  11. ho visto solo "Heat" e "Full monty"... mi sento ignorante XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, non sei ignorante...sei giovincello...col tempo recupererai...:)

      Elimina
    2. giovincello sta ceppa, ho 31 anni .. :-)

      Elimina
    3. eh eh, sei giovincello lo stesso....

      Elimina
  12. il tuo 2000 devo recuperarlo quasi integralmente!!! per il resto, complimenti per le scelte, anche quelle secondarie. unico che non mi ando giù è Gattaca, ahimè lo trovai noioso

    RispondiElimina
  13. oops, volevo rispondere al tuo post di risposta al mio, piccola svista XD

    RispondiElimina
  14. Complimenti per le scelte, in particolare per "Il gusto degli altri", capolavoro purtroppo non abbastanza conosciuto...

    RispondiElimina
  15. grazie!!! Il gusto degli altri ho avuto la fortuna di vederlo al cinema e fu una grande emozione...

    RispondiElimina