I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

giovedì 5 febbraio 2015

Seria(l)mente : Hinterland ( 2013 )

Provenienza : UK
Produzione e distribuzione : All3 Media International, BBC Wales, Fiction Factory, S4C, Tinopolis
Episodi : 8 da 48 minuti cadauno ( ma anche 4 da 95 minuti, ogni caso dura due puntate)

Il detective Tom Mathias, di cui si intuisce da subito un passato parecchio problematico, viene trasferito da un grosso centro  ad Aberystwyth, ridente, si fa per dire, cittadina del Galles, trovandosi in mezzo a tutta una serie di casi difficili da risolvere: un bungalow pieno di tracce di sangue ma con nessun cadavere dentro, l'omicidio di un 69enne all'interno della sua abitazione, nel villaggio isolato di Pennwyllt viene ritrovato un uomo annegato in mezzo al lago, il cadavere di una donna vestito di rosso , abbigliato di tutto punto e sistemato con estrema cura è ritrovato in mezzo alle paludi di Borth.
Mathias assieme alla sua squadra cercheranno di risolvere i casi , molti dei quali hanno radici profonde nel passato.
Oggi parliamo di una serie molto particolare che viene dalla terra d'Albione .
Hinterland ( titolo originale gaelico Y Gwyll , un termine che indica il tramonto, crepuscolo) è una serie prodotta essenzialmente dalla BBC Wales, girata in gaelico, a cui ha contribuito anche il governo gallese con 215 mila sterline ( su un budget totale di 4, 2  milioni)  e trasmessa in 8 puntate dal canale S4C nell'ottobre del 2013.
A gennaio del 2014 è stata trasmessa la versione bilingue ( in inglese ma con alcuni dialoghi in gaelico) su BBC One Wales e a ottobre del 2014 è stata trasmessa sul canale nazionale BBC Four.
E' ambientata nei dintorni di Aberystwyth, bella cittadina gallese affacciata sul mare, sede universitaria e base della squadra di Mathias.
Il problema sono i dintorni di questa cittadina.
Ecco dimenticatevi il verde Yorkshire, o l'Inghilterra bucolica tutta giardini curati che quasi sembra sentire il profumo dei fiori dell'Ispettore Barnaby.
Più ci si addentra nella campagna gallese e più si ha una sensazione di solitudine in mezzo a queste lunghe distese tra il pianeggiante e il collinare senza neanche un albero, senza neanche un prato e giusto con qualche casa a interrompere un panorama che sembra aver fatto a meno dell'uomo per tanti millenni e che ha l'aria di poterne fare ancora tranquillamente a meno.
Un panorama nordico ed è infatti al Nord Europa che guarda Hinterland..
Ecco, il Galles che si vede negli episodi della prima stagione, non è affatto un bel posto per vivere, freddo e inospitale e questo gelo entra anche negli abitanti, gelosi della loro identità linguistica e della loro indipendenza, popolazione chiusa a qualsiasi influsso esterno.
E Mathias se ne accorge molto presto, di avere a che fare con una  terra quasi al di fuori del tempo, in cui tutto sembra essersi fermato o perlomeno una terra il cui orologio biologico procede a una diversa velocità rispetto al resto del mondo.
Tutto questo dona a Hinterland una forte identità visiva e anche lo stile e il ritmo a cui vengono raccontate le varie storie ( non elevatissimo occorre dire) sono peculiari e costanti all'interno della serie.
Forse un po' troppo costanti e routinari specialmente nei casi centrali mentre il primo e il quarto caso brillano decisamente di luce propria.
Hinterland è un poliziesco che però rischia ogni volta di esondare nell'horror puro ( sempre primo e quarto episodio) e l'ampia durata concessa ad ogni caso dona alla serie un respiro diverso da quello di una serie televisiva normale, assumendo un carattere decisamente cinematografico.
Per il resto c'è da sottolineare la solita altissima qualità della produzione e della confezione, as usual quando ci troviamo di fronte a un prodotto BBC, e un cast formato da volti e corpi lontani dalla perfezione e per questo assolutamente credibili in un contesto particolare come quello della brughiera gallese.
E' stata già confermata una seconda stagione a partire da maggio del 2015.

PERCHE' SI : prima serie gallese mai vista, forte identità visiva, ampio respiro nei casi trattati, sempre a un passo dall'esondare nell'horror, cast assolutamente credibile.
PERCHE' NO : ha l'aspetto e il passo un po' lungo della serie nordica, la costruzione narrativa nei due episodi centrali è molto simile.

( VOTO : 7,5 / 10 )

 Hinterland (2013) on IMDb

20 commenti:

  1. Mai sentito, ma mi ispira, dopo la piacevolissima sorpresa di "Remember me" :) Anche se, come avrai capito, difficilmente trovo il tempo per nuove serie tv... :( Saluti, bradipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Alex...io sono maniaco di brit series, secondo me hanno una marcia in più...

      Elimina
  2. Ah bene! Mi incuriosiva molto ma il suo essere episodica ma mi lasciava un po' freddino (non amo le serie episodiche a meno non siano cose particolari tipo Sherlock). Però ne parli così e penso la recupererò volentieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono in pratica quattro film da 95 minuti indipendenti l'uno dall'altro ma secondo me vale assolutamente la visione...

      Elimina
  3. Ormai quando si tratta di serie televisive inglesi mi fido ciecamente del tuo giudizio!
    A proposito, l'hai poi visto "Bedlam"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di Bedlam ho visto un paio di puntate...francamente non mi ha fatto impazzire fino ad ora ma nel prosieguo poi ti dirò...

      Elimina
  4. L'ambientazione e la produzione gallese mi affascinano molto, il fatto che sia un poliziesco con casi autoconclusivi molto meno... che fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cornice e la brughiera gallese danno molto fascino a questa serie

      Elimina
  5. Ma da dove l'hai tirata fuori? :D Mi sto rendendo conto che il tuo blog è molto pericoloso, sta contribuendo ad incrementare la mia lista dei recuperi all'infinito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah mi piace essere pericoloso in questo senso....

      Elimina
  6. Ne ignoravo l'esistenza, pellamiseria. Sembra proprio il tipo di crime di cui ho bisogno. ;-)

    RispondiElimina
  7. Ne ignoravo l'esistenza, pellamiseria. Sembra proprio il tipo di crime di cui ho bisogno. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è di qualità, visione consigliata...

      Elimina
  8. Ho visto il primo episodio e mi ha preso assai.....

    RispondiElimina
  9. Mai sentita. L ho vista e mi è piaciuta moltissimo!!!
    A quando la seconda stagione?
    Cri

    RispondiElimina
  10. Visto ora il primo episodio su Netflix... l'ho trovato spettacolare!!! Fotografia stupenda, trama e mood cupissimi... non vedo l'ora di guardare i prossimi!!!

    RispondiElimina
  11. Dolente tragica personaggi e paesaggi che si avvolgono in vecchi segreti inconfessabili.Mi haricordato l amatissimo Broadchrch...

    RispondiElimina
  12. Sto perdendo il sonno per questa serie.
    Grandissima qualità. Un prodotto veramente diverso.
    Con le dovute distanze mi ricorda un pochino true detective 1 serie per la visione ostile della natura e il tratto dei personaggi. Così umani, così perdenti, così soli anche in mezzo agli altri... Quasi come se i casi di omicidio, fossero solo un pretesto per narrare la condizione umana. Imperdibile

    RispondiElimina