I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

lunedì 23 febbraio 2015

Oscar 2015 - Due parole di commento


E anche questi Oscar del 2015 ce li semo levati da ....torno.
Bello il giochino dei pronostici , bello anche il day after a commentare i frizzi e i lazzi dei vincitori e i malumori ( relativi) degli sconfitti.
Una cosa è certa: non ci sono più i Titanic o i Ben Hur di una volta capaci di andare in doppia cifra sia in nominations che in statuette vinte.
E il terzo film dello Hobbit se lo sognava di vincere 11 Oscar su 11 nominations come fece Il ritorno del re, terzo film della saga de Il Signore degli Anelli.
Ora è un miracolo arrivare anche alla doppia cifra delle nominations e proprio per questa parcellizzazione delle nominations ( anzi quest'anno c'erano due film che si presentavano ai nastri di partenza con ben 9 nominations) si è rinforzata la tendenza da parte dei giudici dell'Academy di premiare un po' a pioggia.
Diciamo che almeno  un premio ad ognuno non fa male a nessuno.
VINCITORI E VINTI

Beh il vincitore indubbio c'è ed è Birdman: è vero che ha raccolto "solo" 4 premi su 9 ma è anche vero che si è portato a casa tutti quelli più importanti ( miglior film, regia, sceneggiatura e fotografia).
A quota 4 c'è anche Grand Budapest Hotel che salva la sua presenza in calcio d'angolo facendo incetta di premi tecnici ampiamente preventivati ( mi ha sorpreso quello alla colonna sonora e il mancato premio alla fotografia ).
Altro sicuro vincitore da questa kermesse è Whiplash , tre premi su cinque nominations tra cui quello ampiamente preventivato a JK Simmons , quello al miglior sonoro e quello al miglior montaggio,anche questo in qualche modo nelle attese.
Pienamente confermati anche i premi al miglior attore e alla miglior attrice protagonista: erano praticamente già stati assegnati.
Di trombati eccellenti ce ne sono fondamentalmente due ma sinceramente di questa trombatura entrambi già se ne sono fatti una ragione.
Il primo è Boyhood accreditato di premi importanti alla vigilia e che si porta a casa solo il premio per Patricia Arquette ( miglior attrice non protagonista) ma che si è già ritagliato un suo spazietto nei libri di storia del cinema per il modo in cui è stato realizzato e l'altro è American Sniper che si porta a casa solo il premio tecnico del miglior montaggio sonoro ma Clint se la ride beatamente sotto i baffi ( e stanotte alla cerimonia era moooolto sorridente ) visti gli oltre 300 milioni di dollari incassati  in patria, credo un exploit mai riuscito prima a un suo film, ma potrei anche sbagliarmi.
Quest'anno fino a che ho resistito ho addirittura anche guardato parte della cerimonia, trasmessa in chiaro su Cielo.
La trasmissione italiana era divertente come una veglia funebre, ma lo show americano , grazie alla simpatia di Neil Patrick Harris ha avuto qualche impennata di ilarità ( soprattutto il suo omaggio a Birdman e a Whiplash, quando si è presentato sul palco in mutande e ha strillato a Miles Teller che stava suonando la batteria nei corridoi mentre lui passava " Not my tempo" come faceva nel film J K Simmons) in un format che ormai ha quasi del catatonico.
Grave errore quello di non aver ricordato Francesco Rosi nella sezione In memoriam.
In mezzo a tante figure di alto profilo ma anche di figure sconosciute al pubblico, un gigante come Rosi doveva essere assolutamente ricordato.
Non sono esperto di vestiti ma quello di Patricia Arquette mi pareva una schifezza, ma di quelli veramente brutti, mentre Jennifer Lopez mostrava il decolletè praticamente ombelicale urbi et orbi.
Riassumendo:
MIGLIOR FILM Birdman
MIGLIOR REGIA Inarritu
MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA Eddie Redmayne
MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA Julianne Moore
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA  J.K. Simmons
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA Patricia Arquette
MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE Birdman
MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE The imitation game
MIGLIOR FOTOGRAFIA Birdman
MIGLIORE COLONNA SONORA Grand Budapest Hotel
MIGLIORE SCENOGRAFIA Grand Budapest Hotel
MIGLIORI COSTUMI Grand Budapest Hotel
MIGLIORE MONTAGGIO Whiplash
MIGLIORI EFFETTI SPECIALI Interstellar
MIGLIOR FILM D'ANIMAZIONE Big Hero 6
MIGLIOR FILM STRANIERO Ida

Per quanto riguarda i miei pronostici non sono andato malissimo devo dire: l'anno scorso ero arrivato a una percentuale irripetibile. Quest'anno mi attesto su un dignitosissimo 10 su 16 e ho preso tutti i più importanti tranne quello alla regia . Se invece parliamo di tifo aperto e spudorato allora la percentuale scende di pochissimo , siamo a 9 su 16.
Quindi direi che è stata una buona serata in ambedue i casi.
Ok per ora è tutto.
All'anno prossimo.

28 commenti:

  1. Io rosico per Boyhood, purtroppo.
    Birdman non mi era piaciuto granché, quindi come Miglior film non ce lo vedevo.
    Per fortuna, non ha vinto Grand Budapest, gesù, anche se un paio di premi se li è beccati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i premi vinti da Grand Budapest Hotel erano ampiamente preventivabili perché non aveva avversari, era il solo film che aveva investito parecchio in costumi e scenografie, io sono contento per Birdman ma lasciare a bocca asciutta Boyhood mi è sembrato molto strano...

      Elimina
  2. mah... meno male che almeno l'oscar straniero è andato a Ida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non l'ho visto, quindi non mi sono pronunciato...

      Elimina
    2. Ida è davvero notevole, recuperalo!

      Elimina
    3. ma infatti lo recupererò molto velocemente...

      Elimina
    4. io mica lo trovo nei torrent, Ida...C'è, ma si blocca dopo un po'

      Elimina
  3. Alla fine il premio che mi ha più "deluso" (sempre nella misura in cui chissenefrega, sia chiaro) è stato quello alla fotografia, dove tifavo per Ida, il cui Oscar al miglior film straniero è meritatissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho visto Ida quindi non mi posso pronunciare, per quello che ho visto il premio a Birdman mi è sembrato giusto anche se avevo pronosticato Anderson...

      Elimina
    2. Mi tocca ripetere quello che ti ha già consigliato Dantès, ma Ida va assolutamente recuperato, così poi mi dirai... :)

      Elimina
    3. sono ai vostri ordini, il recupero parte subito...

      Elimina
  4. Abbastanza delusa per il mancato premio a Boyhood, ma contenta per la Arquette. Nell'unica categoria dove avrei voluto veder trionfare Birdman Keaton battuto da Redmayne...strafelice per la Moore e per Big Hero 6

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io più che deluso sono stato sorpreso che è rimasto a bocca praticamente asciutta....di Redmayne e la Moore si sapeva già ampiamente...

      Elimina
  5. Dai, premi abbastanza equi alla fine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alla fine come succede da un po' di anni a questa parte li hanno suddivisi...non c'è un vero e proprio mattatore...

      Elimina
  6. Mi ripeto: poteva andare molto peggio. Poteva vincere La Teoria del Tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh , è vero, ma Eddie Redmayne ha lucrato la statuetta...

      Elimina
  7. Come giustamente scrive Lucia poteva andare peggio, ma per me resta una delle notti più deludenti degli ultimi anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alla fine la suddvisione dei premi non è stata così spiacevole...

      Elimina
  8. Birdman film più da oscar di Boyhood, per me film dell'anno 2014, ma parliamo di Linklater.
    Grand Budapest Hotel? Concordo con mr ink al primo commento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io sono molto contento che non abbia vinto Gran Budapest Hotel...

      Elimina
  9. Si, poteva andare molto peggio. Diciamo che io da appassionato anche di televisione sono contento per i premi a J.K Simmons e alla Patrica Arquette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. erano due premi ampiamente previsti..soprattutto Simmons...

      Elimina
  10. Poteva andare meglio. Con l'Oscar da Protagonista a Keaton e per la Colonna sonora a quella favolosa batteria sincronizzata con la sceneggiatura... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ancora non ho capito se Whiplash ti sia piaciuto o no...l'Oscar a Keaton sarebbe stato perfetto...

      Elimina