I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

lunedì 14 ottobre 2013

Small Apartments ( 2012 )

Dentro il suo piccolo appartamento in un condominio nella parte sud di Los Angeles Franklin Franklin suona il suo gigantesco corno alpino sognando di trovarsi da qualche parte in mezzo alle Alpi Svizzere. Ma le cose sono appena un po' complicate: ha  ucciso il padrone di casa il cui corpo fa bella mostra di sè in mezzo al salotto e non sa come sbarazzarsi del suo cadavere . Decide allora di portarlo lontano da occhi indiscreti e più per caso che per reale volontà gli dà fuoco. L'investigatore assicurativo Burt Walnut si mette ad indagare e cerca di interrogare i suoi strani vicini. Intanto Franklin scopre che suo fratello Bernard, da tempo ricoverato in una specie di manicomio, è morto.
La situazione si fa sempre più difficile.
Jonas Akerlund di professione fa il regista di video musicali e occasionalmente viene prestato al cinema e quando lo fa cerca comunque di lasciare il segno.
Era il caso di Spun , sgradevole toxic movie ed è il caso di questo sgradevolissimo Small Apartments.
Attenzione: sgradevole non equivale a brutto . Sgradevole è quello che il regista mostra con indubbio stile: esistenze squallide in locations altrettanto squallide, derive esistenziali sull'orlo della pazzia e anche oltre, solitudini ostinate che sconfinano nella psicopatologia, esseri umani talmente ai margini che forse non somigliano più nemmeno a esseri umani.
E' il caso di Franklin Franklin ( il Matt Lucas della serie supercult Little Britain) , essere totalmente glabro con fisico esageratamente curvilineo che sembra più un alieno sceso in terra per chissà quale incantesimo che un umano. In casa gira in mutande ( quelle del nonno, I suppose) ma spesso anche quando esce si mostra praticamente come mamma l'ha fatto. Però non esce mai senza indossare la sua parrucca di peli pubici; anzi ne ha un campionario.
Accanto a lui ci sono figure sempre ai margini ma forse più normalizzate: sono solo uomini e donne sgualciti dalla vita che fanno, come il suo vicino di casa che sta cercando di uscire dal tunnel della droga, la sua amica che per un pacchetto di sigarette si fa dare una strizzatina alle tette o il vecchio artista che come una civetta controlla tutto e tutti dal suo appartamento.E una parola merita anche il detective delle assicurazioni interpretato da Billy Crystal che anche lui sembra uno a cui è passato il 38 sbarrato in faccia.
Akerlund rimesta nel torbido di questi personaggi grotteschi usando più la sciabola che il fioretto, stimolando più una reazione di repulsione che di empatizzazione e azzecca la sequenza del ritrovamento del cadavere di Mr Olivetti, un cult totale: si riesce a ridere a crepapelle riguardo al ritrovamento di un cadavere bruciacchiato male e con mezza faccia fatta saltare con una fucilata.
Per il resto il film magari non offre moltissimo perchè soprattutto nella seconda parte tutto diventa più faticoso per la solita ansia di chiudere tutto velocemente ( anche con un pizzico, forse anche più di un pizzico, di immoralità).
Anzi no, una cosa la offre a piene mani: il suo look da film indie americano esasperato  che  qualcuno potrebbe anche non gradire ma  già avere dei personaggi di questa risma  in scena basta e avanza per questo film e per un altro paio di film ancora.
E Dolph Lundgren , perchè c'è anche lui, in versione mora e occhialuta nei panni di un professore guru motivatore, vale da solo il prezzo del biglietto.
Da noi uscito direttamente in dvd.

( VOTO : 7 / 10 )

Small Apartments (2012) on IMDb

11 commenti:

  1. La scena del ritrovamento del cadavere è spettacolare!

    RispondiElimina
  2. tanto tanto divertente. e sottoscrivo su Lundgren!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lundgren incredibile, all'inizio non lo avevo neanche riconosciuto!!

      Elimina
  3. film niente male.
    nonostante dolph lundgren... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai, un dolph lundgren così' non si era mai visto...

      Elimina
  4. Film che dovrò vedere. Soprattutto per Dolph Lundgren. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh sicuro che ti piacerà dolphone....

      Elimina
  5. film che mi ispira assai e poi ce il mitico Dolph in un ruolo che mi pare di capire abbastanza insolito per lui XD

    PS: aspetto con ansia la tua rece su Chucky ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo film ti può piacere...stamattina ho consegnato la mia rece di Chicky ma temo che ti darò una delusione, non mi ha appassionato troppo....

      Elimina