I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

mercoledì 16 aprile 2014

Stupidario veterinario # 7

Bea in versione Miseria e nobiltà
Si, lo so. Stavate tutti attendendo la consueta rubrichetta settimanale Il mio quattrozampe e io, veramente un successo, devo dire. Oggi era il turno del Moz, leggenda della blogosfera , ma purtroppo alcuni suoi impegni improrogabili hanno fatto slittare tutto di una settimana e quindi con lui saremo qui, sullo stesso schermo, mercoledì prossimo.
Allora che cosa c'è di meglio che risfoderare per l'occasione uno dei miei cavalli di battaglia?
Esatto, lo stupidario veterinario, ovvero quanto è impossibile fare il proprio lavoro rimanendo seri.
A volte è veramente mission impossible.
Anche perché la gente ha una strana cognizione del nostro lavoro: l'altro giorno una cliente, che frequenta l'ambulatorio già da qualche anno con una sola frase si è cacciata in un ginepraio : mi ha portato a vaccinare un cucciolo e mi ha chiesto: " Ma perché, lei è veterinario, no?" E io impassibile " Beh certo signora , altrimenti non potrei esercitare questa professione! "
Lei prosegue imperterrita " Ma perché per fare il veterinario ci vuole una laurea?"
" Si, signora e le assicuro che è dura da prendere, io ho fatto qualcosa come 51 esami" 
E qui il colpo di grazia." Ah quindi lei è una specie di dottore..:" E qui per rimanere impassibile ho dovuto fare appello a Odino e a tutti gli dei del Valhalla...
Si sono una specie di dottore....
E che dovrei dire io allora della gente strana che mi passa in ambulatorio? l'altro giorno per esempio si presenta un cliente scalzo: mi ha portato un cane appena morsicato nell'incontro ravvicinato con una mascella di bull terrier ( fortunatamente nulla di grave, appena due buchini), quindi ho pensato che nell'urgenza avesse lasciato le scarpe da qualche parte e ho avuto l'ardire di chiedere se si era dimenticato di mettere le calzature, ma così, facendo una battuta.
Questo ragazzo serissimo, capelli alla Angelo Branduardi, occhi azzurri e barbona da fidelcastrista, un po' con l'aspetto da figlio dei fiori anni '70 scongelato e  rimesso in circolazione per l'occasione, mi risponde che lui va in giro scalzo da cinque mesi per stare di più a contatto con la natura. E scalzo espleta tutta la sua vita sociale, anche gli esami universitari ( studia psicologia) . E non contento mi rivela anche di essere un fruttariano, cioè mangia solo frutta. Mi ha fatto venire i brividi: vedere quei piedi un po' neretti devo dire e pensare che mangi solo frutta mi sembra veramente che uno si voglia punirsi mettendosi un cilicio o delle mutande borchiate da dentro.
Cavolo non può mangiare neanche un gelato alla frutta...ma che vita è?
Sempre meglio lui di quell'altro talentone di cacciatore che mi ha portato un giorno il suo segugio istriano a suo dire costosissimo che si stava dissanguando per una ferita al collo legata allo scontro con una zanna di cinghiale. Dopo lunghissimi minuti concitati  sono riuscito a chiudere il vaso da dove perdeva una grande quantità di sangue e sono riuscito a stabilizzarlo. L'ho quindi messo in flebo per fargli tutte le terapie del caso e proprio mentre ritorno in stanza lo trovo che si stava facendo una selfie con lui seduto accanto al tavolo da visita e di fianco il cane mezzo morto in flebo e l'aveva appena inviata su Facebook. Ora passi che mi hai portato il cane azzannato al collo e che poverino perdeva sangue da matti ( è il mio lavoro sono qui per questo) e passi anche che appena mi sono allontanato dalla stanza in cui ti ho lasciato ti ho sorpreso mentre inviavi  la tua selfie col cane su Facebook...ma cazzo non mi puoi sputare nel lavandino mentre ti stai lavando le mani.
E CHE CAVOLO!!!!!!!
E chiudiamo con una citazione cinematografica: un giorno mentre sto compilando una fattura chiedo al cliente i suoi estremi, nome , indirizzo e codice fiscale.
" Qual è il suo cognome?"
E lui risponde " Miseri"
Francamente credevo di non aver capito bene ( non credevo alle mie orecchie, praticamente avevo trovato uno con un cognome che faceva scopa col mio) e quindi ho chiesto conferma : " Ha detto Miseri?"
E lui subito: " Si, come Miseri(y) non deve morire..."
A vedere la faccia non so manco se conosca chi diavolo sia Stephen King....
That's all folks!

Ricordo che la prossima settimana ritornano le grandi interviste de "Il mio quattrozampe e io ", che le iscrizioni sono sempre aperte ( e potete iscrivervi semplicemente commentano qui o negli altri posts della rubirca) e che le puntate precedenti le trovate qui sotto:

Aria di novità per il blog

Il mio quattrozampe e io - Bianca

Il mio quattrozampe e io- Persia, Milo e Nina

Il mio quattrozampe e io - Settechilidigatto








14 commenti:

  1. No ma che schifo lo sputo nel lavandino, ma manco a casa propria! Però dai, la citazione cinematografica è bella! Sgrammaticata ma bella!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a vederlo in faccia non mi sembrava tipo da cinema o da libro...quindi l'avrà fatta sicuramente a orecchio...

      Elimina
  2. ma davvero per fare il veterinario ci vuole una laurea? ma tu pensa le stranezze, a volte...
    Minchia, ma la gente dove vive? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ti assicuro che era veramente in buona fede....

      Elimina
  3. Il fruttariano!! o__O Che soggettone!
    E l'idiota col selfie veramente vince. Ma conoscendo il genere non mi stupisco più di tanto... era meglio se il cinghiale gli impalava una chiappa.
    E comunque, CACCA sul cuginastro che si fa desiderare con l'intervista... u__u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ma dai , ma povero Moz....comunque non l'ho insultato solo perchè mi farà arrivare direttamente a casa un camion di prelibatezze gastronomiche pugliesi...eh eh eh ..il tizio che si fa il selfie di fianco al cane che sta reggendo l'anima coi denti è veramente incredibile....

      Elimina
    2. Cuginastra, ero davvero impossibilitato a fare oggi l'intervista, ma Bradipo può confermare che ci ho provato con tutte le mie forze! :D

      Moz-

      Elimina
    3. confermo....sempre a caro prezzo....aspetto il camion :)

      Elimina
  4. Da domani anch'io posso fare la veterinaria.....mica ci vuole la laurea.... -.- che gente strana vive intorno a noi!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. ...il mondo mi fa sempre più paura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no dai , le cose che fanno paura sono altre queste le racconto per sorriderci addosso......è un po' come diceva Flaiano...la situazione è grave ma non seria

      Elimina
  6. ahh..quindi tu saresti una specie di Dottore!!(ma santa miseria...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah una specie molto rara....

      Elimina