I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

lunedì 30 dicembre 2013

Top of the flops 2013

Eccoci arrivati a fine d'anno e mi è venuta in mente qualcosa di originale e soprattutto che non ha fatto mai nessuno , soprattutto in questi giorni finali di un 2013 che è stato meglio perderlo che incontrarlo.
Quindi al via il classificone di fine anno, oggi partiamo con i flop e domani , si spera, chiuderemo in bellezza con i top.
Il criterio di composizione è rigorosamente matematico, si basa sulle valutazioni dei film usciti nell'anno in corso, cosicchè se ne troveranno alcuni del 2012 , soprattutto sarò costretto a inserire in classifica un titolo che non avrei voluto inserire e escludere un altro che invece avrei messo con molto piacere perchè è stata delusione cocentissima.
Parlo di The Canyons, che forse col senno di poi ho valutato un po' troppo generosamente...
Ma ora bando alle ciance , o ciancio alle bande , partiamo col classificone che da Maurizio Seymandi in poi è obbligatorio far partire dalla decima alla prima posizione. In caso voleste rinfrescarvi la memoria con l'apposita recensione ogni titolo ha il suo bel link.
10 ) HOUSE AT THE END OF THE STREET Jennifer Lawrence in rampa di lancio per il successo planetario incappa in questo brutto horror privo di nerbo e di inventiva in cui la cosa migliore sono lei ed Elizabeth Shue ( tirata come una corda di violino) in canotta.Anche se a tratti la Lawrence qui sembra la versione oversize di Miley Cyrus.
9) DARK FEED Un film come questo doveva far diffidare a partire dalla locandina, in verità abbastanza insignificante ma che recava in bella vista la dicitura che era stato scritto dagli stessi sceneggiatori di The Ward, ritorno dopo dieci anni di Carpenter al cinema. E a me , allocco, è bastato per procurarmi questa brutta copia di Session 9 che mescola a casaccio molte tendenze dell'horror di oggi, si va dal found footage fino al tentativo di fare del metacinema, riuscendo a fare solo metamonnezza. Un'ora e venti di film in cui succede qualcosa solo negli ultimi venti minuti . Assolutamente da evitare.
8)THE BLING RING Sofia Coppola più va avanti nella sua carriera e più si dimostra un grosso malinteso cinematografico.Dopo alcuni buoni film ha trovato la strada per la frantumazione testicolare deliberata con due titoli come Somewhere e questo The Bling Ring , storia di un vuoto pneumatico generazionale raccontato altrove, prima e meglio da altri che non dalla piccola Sofia che fa sempre la figura di chi sputa nel piatto dove ha sempre mangiato. Divi , aspiranti divi, ninfette e zoccolette varie si rincorrono in una pellicola che è vuota come quello ce descrive. Seconda bocciatura di seguito.
7 ) UPSIDE DOWN Ecco un'altra delle delusioni cocentissime di questo 2013 : un film che poteva essere un piccolo gioiello di fantascienza distopica e invece si rivela una storiella d'amore inutile e lacrimevole con l'aggravante del torcicollo arrivato durante la proiezione a furia di girare la testa per vedere il mondo capovolto. E Fernando Solanas ci ha speso pure un budget di 60 milioni di dollari.
6) SHARKNADO Il film che non avrei mai voluto inserire in questa classifica perchè al di là della qualità cinematografica a una cazzata megasuperipergalattica come questa non si può fare a meno che volerci un po' di bene per il divertimento, spero volontario ma non sono così sicuro, che regala in un'ora e mezzo di avvenimenti incredibili, minchiate a nastro e personaggi da antologia del buon umore. E il protagonista che uccide con la motosega lo squalo gigante dopo essere stato inghiottito e già che c'è salva anche una  preda precedentemente divorata  è qualcosa che rasenta la poesia cinematografica. Surrealismo e punte di genialità al servizio del cinema spazzatura. Purtroppo la matematica è bastarda e una volta deciso un criterio di classifica bisogna rispettarlo.
5) WORLD WAR Z Si può fare un film di zombie senza sangue e frattaglie in bella vista? Secondo Brad Pitt e compagnia cantante si e se è così si merita uno dei primi posti nella classifica dei flop dell'anno. Non dal punto di vista degli incassi purtroppo perchè lo zombie movie per famiglie è piaciuto in barba ai detrattori. Ma in fondo World War Z è un disaster movie , di nome e di fatto, in cui gli zombies sono solo un dettaglio narrativo. E ce ne saranno anche a frotte, in quantità che mai erano state viste al cinema ma sono animati in modo maldestro e queste famose scene di massa di zombies sono poco più che cartoni animati tremebondi.
Altro diludendo ustionante.
4) THE CLOTH  Se si parla strettamente di cagneria cinematografica questo film è decisamente il top of the flops ma gli vogliamo dare una giustificazione per il budget abbastanza risicato e per quell'aria precaria alla Ed Wood che lo pervade e che a tratti lo rende troppo brutto per essere vero. E poi vedere Danny Trejo in una parte da prete è una trovata che più tamarra non si può. Uno dei protagonisti di questo film sembra una brutta copia di Stephen Seagal e sa recitare anche peggio, quindi anche solo per vedere questo guitto malefico , questo film ha una sua ragione di essere visto. Ma anche no. Spazzatura estrema.
3) COMIC MOVIE Brutta cosa le aspettative: io credevo di ritrovarmi di fronte a una brillante riedizione del per me mitico Ridere per ridere di John Landis e invece mi trovo di fronte a una stanca sequela di strisce comiche che parte bene ma poi finisce nel marasma assoluto. E il voto è ancora più penalizzante perchè in questo marasma mefitico sono impegnati un sacco di nomi grossi sia al di là che al di qua della macchina da presa. Fallimentare anche sotto il profilo degli incassi . Oltraggio alla memoria.
2) SMILEY Anche qui siamo messi non bene ma benissimo in quanto a cagneria cinematografica.. Un villain che ha un culo trapiantato in faccia e tante altre minchiate in serie inanellate da questo titolo che ambisce anche a criticare la civiltà dei giovani moderni cresciuti a torta di mele facebook e chat varie.
Insostenibile e diretto da un tizio che ha evidentemente in dispregio tutti i canoni dell'estetica cinematografica E fa un horror assolutamente irritante come gli attori che vi recitano.Caitlin Gerard, protagonista di questo film è assai bellina ma recita proprio da cagna maledetta...
1) TO THE WONDER Ok lo ammetto, metterlo in prima posizione di questa top of the flops esula da fattori prettamente cinematografici perchè il signor Malick è uno che con la macchina da presa ci sa fare e non sono certo io che lo devo dire. Questo premio è all'incazzatura che mi ha regalato questo film, un frantumare perseverato di zebedei ogni limite di sopportazione , perpetrato con quella spocchia autoriale che il signor Malick dimostra di avere ogni film che passa. Più trascorrevano i minuti e più aspettavo spasmodicamente che accadesse qualcosa e invece nulla, due ore di nulla e di voce fuori campo che cerca di spiegare quello che si vede col classico minuto d'anticipo. E Javier Bardem col nido di quaglie in testa non si può vedere....

E anche per quest'anno la top of the flops ce la semo levata dalle....beh mi avete capito.
A domani con la top of the tops....

32 commenti:

  1. Concordo in tutto e per tutto, tranne che per il povero Sharknado, talmente brutto da risultare geniale! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah Sharknado ha fatto male anche a me metterlo in questa classifica.

      Elimina
  2. alcuni non li ho visti ,ma di quelli che ho visto concordo su tutti, tranne forse che su world war z che pur essendo robetta schifo non mi ha fatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me ha fatto veramente schifo ma naturalmente sono gusti, eh!

      Elimina
  3. Ho visto poco. Ma WWZ mi ha abbastanza divertito. Su sharknado concordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sharknado è spazzatura ma assolutamente divertente, mi è dispiaciuto metterlo in questa classifica...

      Elimina
  4. grazie a to the wonder e bling ring, ho l'impressione che ci sono film decisamente migliori in questa classifica che in quella che ci proporrai domani... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ! mi dovrei preoccupare se le nostre classifiche coincidessero....:)

      Elimina
  5. L'unico su cui non me la sento di concordare è The Bling Ring, perché, se è vero che in effetti ha un po' frantumato gli zebedei anche a me, e poteva durare tranquillamente una ventina di minuti in meno, è un film vuoto per ritrarre il vuoto.
    Per il resto, hai perfettamente ragione. anche, a malincuore, su Malick

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Malick è stato un diludendo fortissimo, della Coppola più o meno me l'aspettavo ma mi ha frantumato gli zebedei lo stesso,...

      Elimina
  6. Concordo: UPSIDE DOWN veramente insulso e WWZ totalmente deludente (ho anche letto il libro e non centra quasi niente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Upside down mi ha veramente irritato...come WWZ...

      Elimina
  7. Di quelli che ho visto salverei soltanto Hates - House at the end of the street, una sufficienza per me la merita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto per la Lawrence in canotta :)

      Elimina
  8. Tutti i film sulla falsa riga di quel Comic Movie per me sono da bandire e bruciare sulla pubblica piazza. Detto ciò, bella classifica e buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon anno Mari! Comic Movie fa macchia proprio per i grandi nomi coinvolti....

      Elimina
  9. To the wonder ancora mi manca ma è presente in quasi tutte le classifiche flop...
    The bling ring invece visto e piaciuto, sarà che dopo Somewhere le mie aspettative si erano un po' abbassate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me Somewhere me li aveva letteralmente frantumati...bling ring effettivamente un po' meno...Malick mi ha frantumato tutto non solo i cosiddetti...

      Elimina
  10. Manco mi ricordavo più che era uscito To The Wonder...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi ti è rimasto impresso...ah ah ah !

      Elimina
  11. Come non essere d'accordo su Malick? Il film più irritante dell'anno, spocchioso, soporifero e paraculo. Per me a pari merito con Spring Breakers. Su Bling Ring sai bene che non sono d'accordo... ma è il bello delle classifiche! :)
    Intanto ne approfitto per farti gli auguri: buon 2014 !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri Sauro! si lo sapevo che sul film della Coppola non la pensavamo alla stessa maniera...

      Elimina
  12. Cacchio , neppure io come Simone, mi ero completamente scordato di Malick. E' uno dei mei autori preferiti in assoluto, ma la mia (nostra) rimoziobe, secondo me é significativa. Devo vederlo! Non c'entra niente, ma volevo consigliarvi l'ultimo libro di Jo Nesbø: bellissimo é dir poco.

    RispondiElimina
  13. Scusate ma ho completamente sbagliato la sintassi del mio commento. Naturalmente volevo dire che "anch'io", e non "neppure io", of course :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah non ti preoccupare, avevi resi benissimo l'idea...il libro di Nesbo l'ho visto dappertutto praticamente...

      Elimina
  14. WWZ e Comic Movie sono schifezze megagalattiche. In una ipotetica lezione su come NON si fa cinema, dovrebbero essere proiettati. Bling Ring non mi ha entusiasmato ma lo salvo, come scrissi quando pubblicasti la recensone. Il resto non l'ho visto, mi spiace per Upside Down perchè dal trailer mi ispirava, una possibilità provo a dargliela in barba al detto "Uomo avvisato, mezzo salvato" :D
    Baingiu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Upside down se possibile mi ha irritato più di roba come WWZ e Comic Movie...

      Elimina
  15. persi tutti, grazie per il lavoro sporco di vedere questi brutti film, per farci risparmiare tento tempo (che perdiamo in altro modo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ne hai visto neanche uno? Ah ah fortunato...beato te!

      Elimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Mi manca solo "To the wonder", per il resto concordo.
    E per me "Sharknado" merita appieno di stare qui. Anche se fai una cazzata, devi farla bene - vedi "Pacific rim". Il non prendersi sul serio non giustifica una mancata competenza narrativa.

    RispondiElimina
  18. a me Sharknado ha divertito parecchio ma è spazzatura anche se con punte di genialità dell'assurdo!

    RispondiElimina