I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

giovedì 2 aprile 2015

Focus - Niente è come sembra ( 2015 )

Nicky Spurgeon è un ladro, truffatore, grassatore di alto livello. Anzi gli dicono che è il migliore e lui , con la sua numerosa squadra non fa altro che dimostrarlo ogni volta. Ma quando incontra per la prima volta Jess qualcosa si inceppa. Lei vuole entrare nella gang, lui esita ma la prende in prova , lei funziona alla grande ma lui dopo averla usata la molla visto che non le serve più.
La incontra di nuovo dopo tre anni: Nicky sta preparando un grosso colpo nell'ambito delle corse professionistiche di automobili, la Formula Uno.
E lei è lì in mezzo tra lui e la riuscita del colpo.
Che fare?
Glenn Ficarra e John Requa sono un duo di registi / sceneggiatori che ormai ha maturato una sorta di tendenza ben individuabile nei tre titoli che hanno diretto in prima persona.
Parliamo di I love you Phillip Morris ( titolo italiano da brivido Colpo di Fulmine- Il mago della truffa ) che era una storia d'amore gay che esondava più volte nella malinconia e nella scorrettezza politica, di Crazy , Stupid Love, un affresco un po' più composito che ponendo al centro uno stranito Steve Carell raccontava di amori stupidi e folli proprio come diceva il titolo e sempre con quel generoso pizzico di cattiveria che arrivava ad essere cinismo vero e proprio e ora parliamo di questo Focus- Niente è come sembra in cui i due si divertono un mondo a cercare di depistare lo spettatore esattamente come avevano fatto nei primi due film.
Se nei primi due film l'amalgama tra commedia, cattiveria e depistaggi vari era sostanzialmente riuscita, non possiamo dire altrettanto di questa loro terza pellicola.
Perché se è vero che parla di un truffatore di alto livello che ha al suo servizio una squadra super organizzata e addestrata a fare colpi di ogni tipo, è anche vero che a furia di voler per forza sorprendere sempre e comunque lo spettatore si perde per prima cosa l'effetto sorpresa ( perché quando ce ne sono troppe e tutte insieme si perde un po' il filo e anche la capacità di gustarsi fino in fondo il colpo di scena) e poi inevitabilmente si crea una sorta di assuefazione, come con la droga.
Vuoi andare verso lo sballo sempre più pesante per ottenere lo stesso effetto e questo succede anche in Focus - Niente è come sembra.
Per una buona parte del film si gioca continuamente al rialzo con truffe sempre più ardite e spericolate e poi quando ne vuoi ancora di più , quando sei pronto al colpo supremo che ti lasci inebetito là sulla poltrona, svuotato dalla tensione e dal thrilling della scommessa all in, quando ti aspetti l'esplosione della bomba finale che spazzi via tutto quello visto in precedenza facendoli sembrare giochetti da bambini, Ficarra e Requa fanno invece scoppiare solo un mortaretto, gettano la maschera e cominciano a parlare d'altro.
D'amore.
Della malinconia dell'uomo solo al comando.
Dell'uomo che arrivato a un certo punto della sua vita , cerca un porto stabile in cui ripararsi.
E per Nicky questo approdo sicuro è Jess, impersonata da un'australiana tutto pepe come Margot Robbie, un'attrice forse ancora non completamente a fuoco ma che sparge gnoccosità ad ogni sequenza in cui è impegnata, è come se camminasse sempre su un tappeto di petali do rosa.
Will Smith dal canto suo è una sicurezza alle prese con un personaggio all'apparenza duro e disincantato ma che in realtà ha un cuore di panna che si strugge per quella biondina.
Il problema di Focus - Niente è come sembra è che non fa fede fino in fondo a quell'appendice che la maligna congrega di titolisti italiani ha voluto aggiungere improvvidamente  al titolo originale.
A furia di voler essere esattamente il contrario di quello che sembra, finisce per essere prevedibile perchè quando ritroviamo assieme a Nicky la magica silhouette di Jess, , beh, già sappiamo come andrà a finire.
Si svicola per l'amore e non più per il film di truffe e raggiri che avevamo visto fino ad allora.
E in questo campo personalmente ho un titolo inarrivabile che non è stato minimamente scalfito da Requa e Ficarra.
Parlo de La stangata, film che a più di 40 anni di distanza mette in mostra tutta la sua modernità e una sceneggiatura che sembra scritta da un cronografista svizzero.
Ecco al solo ricordo di quel film Focus -Niente è quello che sembra impallidisce e avvizzisce miseramente.
Ma non è film da buttare via : per avere il fisico da blockbuster hollywoodiano che si ritrova  ha un tasso di intelligenza superiore alla media e in fondo è una visione che scorre via leggera e piacevole come una bevanda estiva.
Che però non lascia traccia di sè.

PERCHE' SI : Will Smith è una sicurezza, Margot Robbie sembra camminare su un tappeto di petali di rosa, altri caratteristi di ottimo livello nei ruoli di contorno, ritmo alacre e un continuo gioco al rialzo che però non arriva fino alla fine del film.
PERCHE' NO : a furia di voler sorprendere si crea assuefazione e tutto comincia a sembrare esattamente cio che è, l'ultima parte del film è assolutamente prevedibile, quando si aspetta il gran colpo finale in realtà si passa a parlare d'amore.

LA SEQUENZA : tutto il tira e molla di scommesse col tycoon coreano. Da infarto e risolto con un trucco da mentalista.

DA QUESTO FILM HO CAPITO CHE :
Non ho mai scommesso in vita mia ( non so neanche come si fa) e non credo che comincerò ora.
Il gioco d'azzardo non farebbe bene alle mie coronarie.
Aver visto su SKY la trasmissione Il mentalista è stata un'ottima palestra per sapere in anticipo come finivano le varie truffe.
Giocarsi milioni e milioni di dollari in una scommessa da dentro o fuori è veramente da minchioni.

( VOTO : 6 / 10 ) 

Focus (2015) on IMDb

18 commenti:

  1. Bel commento concordo sulla prevedibilità della trama, forse sul voto sei stato fin troppo generoso :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! forse il voto è stato generoso ma Smith mi è sempre stato simpatico e la cara Margot...beh è tanta roba-...

      Elimina
  2. Visto, non mi è dispiaciuto, ma già l'ho scordato.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di che film stavamo parlando? XDXDXD

      Elimina
  3. Booo...io l'ho appositamente saltato, poi più avanti si vedrà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è film che puoi tranquillamente evitare...

      Elimina
  4. il tuo blog (o il mio pc) mi mangia i commenti.

    Ho scritto (3 volte) che will smith inizia ad andarmi in odio come tutti quelli che ho visto troppe volte senza che mi lasciassero niente di speciale. Cage, Cruise, gli orrendi ben stiller e owen wilson ecc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse è will smith che blocca tutto XD...mi spiace che hai problemi nel commentare e grazie per la perseveranza...

      Elimina
  5. Ne parlerò anch'io. E non bene. Salvo solo Margot che è veramente un portento. Mi ha mandato al manicomio anche da mora in Suite francese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immaginavo , conoscendoti...ti aspetto...

      Elimina
  6. Ah strappa una sufficienza quindi, non gli darei un euro a questo film...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono stato abbastanza generoso...

      Elimina
  7. Concordo praticamente su tutto.
    E la sequenza della scommessa - ma il tizio non è cinese!? - è ottima.
    Io avevo aspettative basse, e per quanto dimenticabile, il film non mi è dispiaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io mi aspettavo poco ma di quel poco sono stato servito...dimenticabile...

      Elimina
  8. Anche a me non è dispiaciuto, io comunque gli avrei dato un mezzo voto in più finale...se lo meritava ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una visione disimpegnata , nulla di più....

      Elimina
  9. Mi aspettavo qualcosa di più da questa pellicola ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non avevo aspettative, anzi sinceramente pensavo peggio...

      Elimina