I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 14 gennaio 2014

You're next ( 2011 )

Aubrey e Paul Davison decidono di trascorrere un weekend nella loro nuova casa di campagna assieme ai propri figli già adulti e rispettivi partners. Il tutto per festeggiare il loro anniversario di matrimonio. Durante la cena della prima sera però un misterioso assaltatore armato di balestra uccide il ragazzo della figlia dei Davison e ferisce un altro dei figli. La notte è lunga e le morti si susseguono a causa di questi misteriosi assaltatori che cingono d'assedio la casa con tutti i suoi occupanti....
You're next è un film di Adam Wingard, specialista in cinema horror e già visto alla regia nelle due antologie del terrore V/H/S e V/H/S 2 oltre che nell'episodio metacinematografico e ironico Q for Quack di ABC's of Death.
A dir la verità non i segmenti migliori dei succitati film, anzi.
In questa sua ultima pellicola, in realtà realizzata prima dei corti sopra nominati, che dopo circa due anni ha trovato un' adeguata distribuzione cinematografica trovando anche un discreto successo di pubblico sia negli USA che nel resto del mondo, Wingard si cimenta nel genere , sempre più frequentato nel cinema USA, dell'home invasion thriller cospargendolo di generose dosi di horror puro e crudo.
Anzi in più di un'occasione sembra di trovarsi in mezzo a uno slasher in cui l'ambientazione circoscritta e l'unità di tempo siano solo dettagli narrativi atti a rendere più pregnante l'efferatezza della storia.
In effetti del thrilling classico degli home invasion c'è ben poco, la suspense viene subito fatta a fette dai colpi di balestra e da altre armi da taglio , compreso un machete , prima di passare alle armi da fuoco.
Wingard ogni tanto eccede in arzigogoli con la macchina da presa fastidiosamente in movimento parkinsoniano per quanto trema e in più di un'occasione si ha la sensazione che non abbia la più pallida idea di come costruire la suspense delle varie sequenze per come usa soluzioni usate e abusate da altri in precedenza ma ha il merito di non perdersi troppo in chiacchiere e pigiare subito sull'acceleratore della violenza e del sangue che schizza da tutte le parti con una certa predilezione per lo sgozzamento.
Dopo una introduzione veloce dei personaggi in campo ( preceduta da un prologo in cui si vede subito quale sarà il tema portante del film) con tutti i loro crampi e le loro divisioni in una cena in cui sono presenti tutti, comincia la mattanza.
E comincia col personaggio più antipatico di tutti, quello del film maker so-tutto-io, autore di un documentario premiatissimo a un festival cinematografico del piffero e che ha una spocchia grossa così.
Quindi si becca per primo il suo bel colpo di balestra in fronte, proprio in mezzo agli occhi.
Casualità ? Assolutamente no, visto che l'attore che recita nella parte del regista è Ti West , amicone di Wingard ( del resto il film è pieno di facce già presenti nei lavori in cui ha lavorato il nostro Adam), per una volta davanti alla macchina da presa e non dietro. Inoltre nei panni di una delle prime vittime c'è Larry Fessenden , acclamato regista di horror underground.
E questo è un altro fattore a favore del film: nonostante fiocchino i morti e le gole tagliate c'è una sorta di autocompiacimento ironico in quello che si filma: nessuna menata sociologica , una spiegazione a tutto ( cosa che non c'era per esempio in The Strangers a cui questo film viene sovente accostato ) e una carrellata personaggi assurdi e che per la maggior parte faranno fini atroci.
Inoltre abbiamo la classica supereroina di sesso femminile , una specie di Wonder Woman, formata a una scuola di sopravvivenza che usa trucchi da Rambo per difendersi ( e ditemi voi se anche questa superdonna non puzza di parodia visto che ormai il cinema horror odierno è letteralmente stracolmo di eroine in grado di fare tutto o quasi.).
You're next è puro intrattenimento che si guarda con piacere colpevole, senza tanti sottintesi, girato da un regista che altrove ha dato prove ben peggiori e a cui ci vorrà tempo per scrollarsi di dosso questa cattiva nomea.
Ma pur con tutti i suoi limiti funziona perchè diverte e , pur crogiolandosi nel sangue e nella violenza efferata, ci si accorge che non si prende mai sul serio, con dei personaggi che fanno a gara a chi è più antipatico e una certa elasticità nell'attribuzione di ruoli tra vittima e carnefice.
Inutile sottolineare che come nel classico slasher de 'noartri i personaggi, caratterizzati in modo sommario ma efficace, più che altro vengono tipizzati, si contraddistinguono per numerose azioni ad minchiam che minano la credibilità di quello che si sta vedendo.
Your're next non è un capolavoro e non ha la pretesa di esserlo, frulla allegramente gli ingredienti classici dell'home invasion thriller e dello slasher e manifesta a più riprese un certo grado di ironia bastarda.
Niente di meno e niente di più.
In una serata all'insegna della frittatona di cipolle, della familiare di Peroni gelata e del rutto libero è quanto di meglio ci si possa augurare....

( VOTO : 6 + / 10 ) 

You're Next (2011) on IMDb

18 commenti:

  1. Ma sì..filmaccio ma quanto meno divertente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. basta vederlo con le giuste intenzioni....

      Elimina
  2. sarà anche intrattenimento, ma a me ha fatto addormentare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sa che non sei tanto tipo da slasher....

      Elimina
  3. Filmaccio senza se e senza ma, eppure più divertente della media di proposte horror trash.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è trash però alla fine l' ho trovato divertente il giusto e per questo gli ho affibbiato una sufficienza....

      Elimina
  4. Vedo che siamo d'accordo. A me ha divertito parecchio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per una serata senza pretese è perfetto e assolve al suo compito di intrattenere tenendo i neuroni a nanna,,,,

      Elimina
  5. Mi ha ricordato un pò L'ultima casa a sinistra...6,5 anche per me ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le dinamiche sono all'incirca le stesse ....

      Elimina
  6. Per me sei stato anche troppo buono :D ma sì sa che ormai io, con il genere, sono peggio di una vecchia zitella :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so che è un filmaccio ma il voto è legato al raggiungimento dello scopo che si prefissava: intrattenere senza complicazioni e con i neuroni a nanna...per un'ora e mezzo ci sono riuscito...

      Elimina
  7. davvero divertente e splatter, mi ha divertito molto, mitici i camei di Ti West e Larry Fessenden

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ty West ha una faccia da pirla che è illegale in parecchi Stati americani...

      Elimina
  8. .. per me è quasi più horror la frittatona di cipolle...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. professore , non mi coglie la citazione fantozziana...

      Elimina
  9. Nel suo non dire nulla mi è piaciuto XD senza infamia né lode, ma realizzato da Dio!

    RispondiElimina