I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

lunedì 16 settembre 2013

R.I.P.D.- Poliziotti dall'aldilà ( 2013 )

Nick, giovane poliziotto, assieme al collega Bobby si trova a sottrarre durante un sequestro un manufatto d'oro massiccio al fine di sistemare un po' meglio la sua vita . Ma si pente e manifesta a Bobby l'intenzione di restituirlo. Durante un'azione Bobby non esita a ucciderlo a sangue freddo e Nick si ritrova nell'aldilà arruolato all'istante nel R.I.P.D. ( Rest In Peace Department), un'agenzia di poliziotti morti come lui, organizzata per combattere sulla Terra la presenza di demoni , spiriti fetidi che si nascondono sotto sembianze umane. Nick fa coppia col veterano Roy, uno sceriffo morto più di un secolo prima e assieme , dopo aver domato la volontà di vendetta di Nick , si adopereranno per sventare un piano diabolico che può portare all'apocalisse.
Come approcciarsi a un film evidentemente scacciapensieri come R.I.P.D.- Poliziotti dall'aldilà?
Bisogna farlo in modo basso senza alcuna pretesa, lasciare i neuroni a nanna per un po' e non chiedersi troppo " Ma 'sta scena dove l'ho già vista?".
Il film di Schwentke ( più che un cognome , un codice fiscale), tratto dall'omonimo fumetto, intrattiene e fa sorridere ma ha un problema non facile risolvere: è una scimmia , un orangu tan  gigantesco, un gorilla cazzutissimo che gli sta attaccato dietro le spalle e quello scimmione si chiama Men In Black.
Troppi i riferimenti agli uomini in nero vestiti come Blues Brothers, l'agenzia, i mostri celati sotto fattezze umane, le armi gadgettose, l'ironia che percorre trasversalemente tutto il film anche durante le scene d'azione più concitate.
Il guaio irrisolvibile per R.I.P.D.- Poliziotti dell'aldilà è che Men In Black è molto più divertente e poi avrà sempre lo status di originale mentre il film con Ryan Reynolds e Jeff Bridges (che da parte sua riesce ad asfaltare totalmente il collega dotato dell'espressività di un totano decongelato) nonostante tutti i loro sforzi per creare l'alchimia giusta sarà sempre la copia, seppur conforme, all'originale.
Inoltre si rispolvera tutto l'armamentario del buddy movie e dei classici film sulla coppia di poliziotti ( qui detective e sceriffo del vecchio West) che nel cinema americano è stata oramai declinata in tutti i modi possibili
Buona la trovata del ritorno dei due poliziotti sulla terra sotto le spoglie di una bellissima bionda e di un nonnetto cinese ma la cosa non è gestita bene, credo che avrebbe avuto un potenziale comico molto maggiore se gestita con più brillantezza e acume
Probabilmente il diavolo non è così brutto come lo si dipinge perchè questo film è stato massacrato urbi et orbi dalla critica ufficiale e non, alla fine non è un gran dolore  vederlo.
Si passano poco più di 90 minuti col cervello spento ( ottimo anche il fatto che non duri tantissimo), si sorride un paio di volte e comunque non c'è nulla da dire sugli effetti speciali , un curioso mix tra artigianato e computer grafica, del resto parliamo di un film costato la bazzecola di 130 milioni di dollari e che fino ad ora ne ha incassati meno della metà e sul look accattivante mutuato dal fumetto.
Da stravaso degli zuccheri il prefinale in stile Ghost, a qualcuno( me compreso) potrebbe far male.
Insomma si possono perdere questi 90 minuti senza troppi rimpianti.
Poteva andare peggio....

(VOTO : 5 / 10 )


R.I.P.D. (2013) on IMDb

16 commenti:

  1. Ne parlerò domani, ma io l'ho davvero patito.
    Poteva essere un film cazzaro e divertente, ma fa tanta fatica anche solo a strapparti un sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me un paio ne ha strappati ma è stato solo Jeff Bridges...

      Elimina
  2. non dico sia una sorpresa positiva, ma anche io mi aspettavo di ben peggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è meno peggio del previsto però era obbligatorio fare di più...

      Elimina
  3. Mercoledì spero di riuscire ad andarlo a vedere. E spero mi piaccia almeno un pochino..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non so se consigliartelo...anzi

      Elimina
  4. Jeff Bridges e Bacon salvano un poco il film, Bacon non so più per le sue qualità attoriali o perché è bono; mistero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Bacon sembra non passargli un giorno,Bridges si salva con l'esperienza ma il film effettivamente non è un granchè...

      Elimina
  5. Il trailer è simpatico e induce alla visione, cmq immaginavo che fosse un film da vedere con il cervello spento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non l'ho visto il trailer ,ma visti i trailer truffaldini di questi ultimi tempi non mi sorprenderei che ci hanno messo le battute migliori del film ( quelle poche...)

      Elimina
  6. Gli darei una possibilità solo per Bridges che renderebbe guardabile qualunque cosa. Vedremo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bridges è una delle poche ragioni per vedere il film....

      Elimina
  7. Peccato... speravo in un qualcosa di divertente, ma se manco quello, mi sa che faccio meglio a lasciar stare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non annoia e scorre via veloce..essere divertente è qualcosa d'altro...

      Elimina
  8. Concordo: una cazzatona tamarra che tutto sommato è innocua e si fa guardare.
    Ne parlero' anch'io domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si guarda e non irrita così tanto come avevo preventivato ma da qui a promuoverlo ce ne passa....

      Elimina