I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

mercoledì 2 luglio 2014

Il mio quattrozampe e io : Bedelia e il Biondo

Bedelia
La puntata di oggi è riservata all'intervista di una delle blogger più frizzanti e simpatiche della blogosfera, ovverossia Erica Bolla del Bollalmanacco di Cinema, uno dei blog più divertenti in cui imbattersi in giro per il web.
Erica è diretta, istintiva, competente e molto ma molto simpatica.
Le sue recensioni sono sempre improntate all'ironia e si leggono veramente tutte di un fiato.
Non sono certo io che devo magnificare le doti di Erica, già la conoscete.
Cominciamo questa frizzantissima intervista e lasciatemi ringraziare la mia interlocutrice che ho trovato anche più simpatica di quanto già immaginassi e vi assicuro che era già parecchio....

1) Presentati e presenta i tuoi amici a quattrozampe
Sono una “giovane” 33enne con le passioni di una nerd dodicenne: comics, manga, pupazzetti, cinema, horror, serie TV e compagnia cantante. Nonostante abiti in un posto di mare che attira un sacco di turisti passerei la mia vita in viaggio (pur avendo una memoria a breve termine pari a quella di un geco quindi dopo una settimana non ricordo più un nome che sia uno!!) perché adoro le lingue straniere, i dialetti
nostrani e tutto ciò che è legato alle millemila varietà linguistiche e culturali che ci circondano. La mia ambizione, neanche a dirlo, sarebbe quella un giorno di campare facendo la traduttrice. Da quando, ormai ben 9 anni fa, mi sono trasferita un po’ più in campagna, per la precisione in “quella casa accanto al
cimitero”, sono riuscita a coronare il sogno di avere dei gatti o, meglio, UNA gatta: Bedelia. Bedelia è la regina della casa, antipatica e diffidente nei confronti di qualsiasi estraneo, intimorita persino dalla sua stessa ombra e, come si dice dalle nostre parti, più ruffiana che cristiana quando si tratta dei membri della famiglia. In poche parole, io e i miei la amiamo e viviamo per esaudire ogni suo desiderio felino. Qualche
anno fa poi, di punto in bianco, è arrivato come un raggio di sole Il Biondo. Il gatto Biondo è un micione dolcissimo, fedele e bisognoso di coccole e attenzioni come un cagnolino, che si rivolge a noi con un
miagolio simile a quello di una tortora, delicato e carino. Poi, ovvio, con gli altri gatti è una belva feroce e torna sempre a casa masticato, graffiato, sanguinante.. povero amore!!
2) So che è brutto e che non si fa, perchè i figli sono pezzi 'e core come si dice dalle parti di Bressanone, ma c'è un prediletto tra i due ?

Assolutamente no perché entrambi sanno farsi amare in modo particolare! Certo, il Biondo è più affettuoso e se fossimo delle persone superficiali io e io miei lo eleggeremmo subito a preferito della casa: d'altronde appena gli dici "Micio!" si butta pancia all'aria ed esige le coccole... ma Bedelia quando è in vena è anche più dolce e poi la adoro anche quando emette i suoi "meowrr" scazzatissimi, sembra di parlare con un essere umano!
3) Sono gelosi l'uno dell'altra o filano d'amore e d'accordo?

Dunque, all'inizio, da bravo uomo (o meglio, felino) italico, il Biondo ci provava pesantemente con Bedelia. Lei, essendo gatta sterlizzata e ormai zitella acida gli dava ovviamente dell'aria minacciandolo con soffi e zampate. All'ennesimo due di picche il Biondo ci ha rinunciato e ha cominciato a far la bella vita altrove... il risultato è che ora si comportano da vicini di casa cortesi. Un paio di annusate, un miagolio di saluto e basta. Certo, poi basta che io o i miei ci avviciniamo a uno dei due perché l'altro arrivi al galoppo, improvvisamente bisognoso di grattini, coccole e attenzione!
4) Oltre a Bedelia e al Biondo hai mai avuto altri animali a cui ti sei affezionata in modo così speciale?

Quando ero piccola avere un gatto era un'utopia e in casa risiedeva stabilmente una coppia di canarini, Peo il giallino e Spirina, che era marroncina. Li adoravo e non mi stancavo mai di sentirli cantare, tuttavia il mio cuore bramava sempre il gatto. Siccome abitavo comunque abbastanza vicino alla campagna capitava arrivasse di tanto in tanto qualche randagetto che ovviamente mi accaparravo pur non potendolo fare entrare in casa... ricordo benissimo il povero Grissino, arrivato magrissimo e poi diventato una lei, cicciona e incinta (non mi far ricordare la fine che ha fatto, ho le lacrime... ti dico solo che davanti a casa c'era una strada). Poi i miei zii avevano una casa in APERTA campagna, dove andavo praticamente tutti i weekend e lì era la fiera del felino: tra tutti, la mia preferita era Nerina, che ha dato vita ad una stirpe infinita di figli e nipoti e che è serenamente morta di vecchiaia, il primo micio senza denti che abbia mai visto! Ho amato tanto anche il figlio unigenito di Bedelia, Jean Claude... ma anche lì, la strada non ha perdonato, povero amore. La maledizione che accomuna la vecchia casa alla nuova è che prima era un appartamento davanti alla strada principale, ora è una casa con giardino ma il cancello da sempre sulla strada, maledizione...
5) Leggendo spesso il tuo blog so della tua passione per l'Australia e per il Giappone: ci andresti a vivere?

In Australia ci ho vissuto già 9 mesi e ci tornerei di corsa, soprattutto per lo stile di vita, molto easy. Il Giappone è il mio mito e vorrei avere il tempo di visitarlo tutto ma, sinceramente, non ci vivrei. Le nostre culture sono troppo distanti, la grande città è alienante mentre le campagne sono un po' troppo "retrò" anche per me. E poi mi scoppierei l'eventuale stipendio in belinate, meglio evitare!!
6) E saresti disposta a rinunciare ai tuoi due ammori pur di farlo?

 Alla mia amorA (al tempo c'era solo lei) ho già dovuto rinunciare durante il viaggio in Australia e mi è dispiaciuto molto perdermi il suo primo e unico parto. Diciamo che il dispiacere è stato in parte mitigato dal fatto che comunque la bestiolina non era sola, né lo sarebbe adesso. Se i miei mici vivessero però solo con me non potrei partire a cuor leggero, nemmeno per una vacanza, anche perché sono molto diffidenti con gli sconosciuti e rischierebbero davvero (soprattutto Bedelia) di lasciarsi morire di fame o inselvatichirsi fino a farsi male. Aiuto, non ci posso pensare!!
7) Ma insomma sei una giovane 33enne o una nerd dodicenne?

Entrambe le cose: mai sentito parlare di sdoppiamento di personalità? :P Scherzi a parte, per certe cose sono davvero ancora una bambina e me ne rendo conto. D'altra parte però, quando vado a comprare i fumetti o alle fiere, i ragazzini mi chiamano signora... Ma signora vostra sorella, per la miseria!!
8) Vivi in "quella casa accanto al cimitero"( sai prima di traslocare in questa casa abbiamo rischiato di prendere una casa accanto a un cimitero e abbiamo rinunciato proprio per quel motivo)...hai mai pensato di farti un cane stile Cujo o qualche altro animale che faccia pandant col cimitero?

Ora mi attirerò le ire della blogosfera intera ma io e i cani non andiamo molto d'accordo. Mi piace vederli, giocarci, accarezzarli (ovviamente non tutti: quegli incroci tra ratto e cane che rispondono al nome di Chihuahua me fanno senso!) ma non mi farebbe impazzire l'idea di averne uno in casa, sono per il dominio incontrastato del gatto. A far pendent col cimitero metterei un gatto tutto nero oppure un pipistrellino che non superi i 10 cm di grandezza o lì comincerebbe a subentrar lo schifo e non l'adorazione per quel musetto così carino.
9) I tuoi gatti non mi sembrano molto personaggi da film de paura, ma a quale villain da horror li accosteresti?

Ma come, i miei gatti Fono crudeliFFimi!!! Comunque il gatto Biondo, col suo morboso attaccamento alla famiglia, sarebbe un perfetto Norman Bates di Psyco mentre Bedelia la vedrei bene come Michael Meyers visto il fatto che da piccola era una iena e ne aveva ben d’onde: il papà di una mia amica me l’ha portata chiusa in una gabbietta per uccelli dopo averla prelevata con un guanto di cuoio per evitare che gli squartasse una mano! Non era troppo contenta della cosa…
10) Solita domanda marzulliana: se fossero una canzone, un film o un libro?

Bedelia potrebbe essere Thriller di Michael Jackson, vista la sua atavica paura di ogni cosa, come film direi Creepshow (il suo nome deriva dalla Bedelia del Venerdì 12 ortolaniano che, a sua volta, deriva dalla terribile Zia Bedelia del film di Romero) e come libro Il piccolo principe, perché è stata addomesticata a poco a poco come la volpina. Il Biondo è easy, quindi vada per qualsiasi canzone dei Beach Boys, Il re Leone per il suo sembiante e Storie dell’anno mille per la sua natura di vagabondo affamato!
11) Viaggio che farai questa estate? ( anche se so che hai già dato nella mia amatissima Irlanda, meta del mio viaggio di nozze)

Quest’estate al massimo prenderò lo scooter e andrò a spiaggia a Bergeggi, mezz’ora di viaggio! Ho già dato due volte in poco tempo quest’anno, Parigi e Irlanda e a Novembre conto di fare una capatina a Lucca quindi mi godrò la riviera, il sole, il mare e le sagre della zona!
12)Sono un ignorantone riguardo al mondo dei manga e dei comics: a me neofita che cosa consiglieresti per farmi appassionare?

Dunque, siccome adori l’horror come me ti consiglierei per i comics il favoloso Preacher di Garth Ennis e il
mio ultimo amore, Locke & Key di Joe Hill, figlio d’arte del Re Stephen. Aggiungerei anche Scott Pilgrim giusto per farsi due risate! Per i manga mi butterei sui classici come City Hunter, che ho adorato, oppure Lady Oscar anche se era meglio l’anime.. purtroppo il resto dei consigli che potrei darti riguardano gli shojo (fumetti per ragazze) ma rischierebbero di annoiarti a morte!
13) Anche a me piacciono molto le lingue e scovare espressioni dialettali desuete ( sono fortunato perchè ho un suocero che è una vera e propria miniera di parole dimenticate da tempo e nel tempo): quali sono le espressioni dialettali più belle e che vorresti far conoscere a tutti quanti?

Sei fortunato ad avere un suocero dialettofilo! Io fortunatamente abito in una zona dove si parla ancora molto il dialetto e con la nonna ogni tanto chiacchieriamo così o con le sue amiche… solo che ogni tanto mi impappino e risulto ridicola come se parlassi una lingua straniera! Beh, ti lascerò allora una massima che avevo sentito dire una volta a mio zio, davvero molto saggia: L’ommu, l’ase e u bibin i sun cuxin. Ovvero, l’uomo, l’asino e il tacchino sono cugini. Visti i tempi in cui viviamo, come dar torto alla saggezza popolare?
14) Titoli di coda, varie ed eventuali: ti puoi scatenare come non hai mai fatto!!!!

Beh, intanto ti ringrazio per avermi concesso questo spazio... non hai idea di quanto scalpitassi per prendere parte alle interviste animalose del tuo blog, non me ne sono persa una! E poi vorrei approfittare delle varie ed eventuali per nominare anche le galline e i galli del mio pollaio, che al momento sono dei “pulin”, ovvero dei pulcini adolescenti. Ragazze e ragazzi, non è che ce l’abbia con voi e non vi reputi degni di partecipare alla rubrica del Bradipo ma siete oggettivamente bruttini, con quel collo spellato da condor. Io insisto perché papà compri anche qualche pulcino piumoso, che possa diventare un fiero gallo ma niente, da quell’orecchio non ci sente. Vi voglio bene lo stesso!!   


E con questo è tutto anche per stavolta.
La prossima puntata sarà il turno di Ismaele e dei suoi 14 gatti di cui vorrò sapere tutto ma proprio tutto....
Vi ricordo che vi potete iscrivere alle interviste semplicemente lasciando un commento a questo post oppure qui.

26 commenti:

  1. Grazie mille Bradipino per avere concesso questo spazio a me e ai micioni (maledetti, ma quanto sono fotogenici?!)! Mi sono divertita tantissimo a rispondere alla tue domande!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come dico sempre il merito è sempre tutto dell'intervistato...è grazie alle risposte che queste interviste decollano, le domande sono una piccola parte....e i micioni, è vero, sono fotogenicissimi!!!

      Elimina
  2. non mi piacciono i biondi, ma Bolla, il tuo micio è splendido! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie bella! E ringrazia ovviamente anche il Biondo! :)

      Elimina
  3. dopo aver rimesso in piedi la notte horror, la bolla concede pure interviste...
    sta cercando per caso di monopolizzare la blogosfera più di me? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho già detto altrove, la Notte Horror l'abbiam messa in piedi tutti... e poi sono i miei gatti che concedono interviste, non confondiamoci ^__*
      Trema Cannibale perché essi avversari formidabili sono! :D

      Elimina
    2. Cannibal se vuoi riacquistare il tuo spazio fatti intervistare ...così pareggiamo...

      Elimina
  4. Caspita..che mici Bollosi....:-)però mi aspettavo almeno un Quentin tra i tuoi miciotti (oggi son cazzara inside...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Biondo è troppo tenero per chiamarsi Quentin. Ma l'omaggio allo spaghetti western c'è comunque, dai! :D

      Elimina
    2. infatti è un nome da spaghetti western o da Romanzo criminale...

      Elimina
  5. LA CUGINASTRAAAA! :)
    Che dire, siamo entrambi dodicenni, amiamo i gatti e coi cani non andiamo d'accordo (io non me li cago molto, sono poco eleganti e nobili :p)
    Bellissimi i tuoi due mici, molto bello che abbiano un carattere diverso^^

    Sui consigli che hai dato a Emidio, confermo Preacher (Emì DEVI leggerlo! E' pulpissimo!) e City Hunter. Ovviamente anche l'anime di Lady Oscar (capolavoro di animazione e regia).

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaah d'altronde siamo cuginastri! :D
      Eh sì c'è poco da fare, il gatto è un animale superiore a tutti gli altri u_U

      Elimina
    2. farò tesoro dei vostri consigli....

      Elimina
  6. Ahahah grande Bollina!!! Io c'ho il debole per Bedelia, che lo si sappia pure. ù_ù Certo il Biondo l'è bello eh? Poi vabbè, con una mamma così non potrebbero essere altrimenti. ^___^
    Evviva i gatti (io da piccola volevo fa la gattara! XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rileggendo l'intervista avevo paura che Bedelia venisse messa in ombra ed effettivamente anche le foto del Biondo sono più varie... fortunatamente tu, Vale, hai capito la sua bellezza :)
      Io diventerò Gattara, come quella dei Simpsons XD

      Elimina
  7. Che belli i mici Bollosi! Fantastico il Biondo e bellissima la Bedelia!

    RispondiElimina
  8. B&B sono proprio Bollosi! Hanno uno sguardo molto accattivante, ma nelle ultime foto spatasciati in cerca di coccole rivelano la loro vera anima (ruffiana) felina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bedelia ha lo sguardo da scazzo, com'è giusto. D'altronde, l'umanA pretende delle foto? Orrore!! XD

      Elimina
  9. Bedelia assomiglia a Squercia, solo ha due occhi, e non uno solo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patatina ç_ç Scommetto che è bellissima lo stesso!

      Elimina
  10. intervista pucciosa e miciosa, io adoro i gatti, tanto da sentirmi un po' gatta interiormente...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono belli i mici di Erica , veramente belli....

      Elimina
    2. Ahaahh la Arwen è micia Princeosa! :)

      Elimina
    3. hehehe, hai mostrato l'altra mia faccia quella felina miiiiieeeoooowwwwww :P

      Elimina
  11. Ma che pandorini bellissimi!<3

    RispondiElimina