I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 10 settembre 2013

Sharknado

C'è aria di apocalisse in quel di Los Angeles: tempesta in mare, acqua a catinelle,un branco di squali particolarmente numeroso ( 20 mila ! sic!!!) e un vento che a confronto la bora triestina procede come un calesse tirato da un mulo. Risultato? Un bel maremoto e poi alcuni tornado: ma ben carichi di squali che arrivano anche a molti kilometri dalla costa. Fin , barista e surfista deve salvare la sua famigliola da quest'orda di squali che piovono letteralmente dal cielo.
Piovono squali! Questa poteva essere la frase di lancio di questo film, passato sulla cable tv americana a luglio del 2013 e che ha suscitato un clamore assurdo tanto da essere citato come " IL PEGGIORE FILM DI TUTTI I TEMPI!". Roba che Ed Wood comincerebbe a ballare la breakdance nella tomba.
E quando tutti parlano di un certo film in un determinato modo , la scimmia della curiosità ti si attacca alla schiena e non ne vuol più sapere di scendere se non a visione avvenuta.
E tanto è stato.
Visione assolutamente da consigliare: ma non per la bellezza intrinseca di quello che si è appena visto ( che, detto tra noi non c'è) ma quanto per il coraggio di aver realizzato un film così brutto e raffazzonato da sfiorare la genialità.
Prendiamo ad esempio lo spunto iniziale: un tornado che fa piovere squali dal cielo e costoro ti arrivano anche nel salotto di casa, ammesso che ci sia abbastanza acqua per contenere un pesce rosso.
Un'idea così, talmente malata e distorta poteva venire solo a una mente dalle stesse caratteristiche ( malata e distorta) oppure sotto pesante influsso di fattori chimici ( alcolici e non ).
E qui vorrei fare una chiosa sul concetto di trash: ora , c'è la monnezza cinematografica che puzza di marcio lontano un miglio perchè è roba veramente partorita dal cervello di una gallina e c'è della monnezza talmente monnezza che confrontarla con l'altra equivale a paragonare un quadro di Picasso del periodo cubista con un Teomondo Scrofalo.
Sharknado è il Picasso della monnezza, talmente oltre che non si sente neanche la puzza di pesce marcio.
Anzi si sente l'effluvio di  Chanel numero 5, l'unico capo di vestiario che indossava Marilyn quando andava a dormire.
Quelli della Asylum sono abituati a rimestare nel torbido tra sottogeneri e parodie involontarie ma qui si sono proprio superati: hanno scritturato volti mediamente noti, almeno una volta lo erano tanto da far apparire inizialmente questo film come la sagra della balena spiaggiata o un cimitero pronto per il ritorno di dinosauri viventi ( azz! ma questa può essere un'idea per un prossimo film Asylum) e li hanno impiegati in qualcosa che vorrebbe essere epico ( la lotta di un uomo per difendere la sua famiglia) ammantando il tutto di un umorismo involontario che spesso tracima nella demenzialità pura.
Un po' come applicare la filosofia di Una pallottola spuntata a un film di squali ma in maniera del tutto involontaria.
Prendete uno come Ian Ziering, uno marchiato a vita da 90210: qui fa il padre di famiglia che a 50 anni ancora va in giro tra le onde col surf e poi si impegna allo spasimo per salvare la famigliola che prima dei titoli di testa non si cagava neanche di striscio.
E già che ci si trova salva anche una scolaresca imprigionata in uno scuolabus.
Vedere come ci crede, l'impegno che profonde nella recitazione è qualcosa di quasi commovente: qualcosa di totalmente sproporzionato rispetto alla MEGACAZZATAIPERGALATTICA  in cui sta recitando.
Per esempio Tara Reid che pure se piovono squali da tutte le parti è sempre pettinata e truccata di tutto punto ha quell'aria un po' schifata da principessa sul pisello che la rende molto , ma molto adatta a recitare in una cosa come questa  che se ne frega di savoir faire cinematografico.
E' tutto fatto talmente coi piedi, con buchi di sceneggiatura e di logica che più passano i minuti e più diventano voragini, effetti speciali che sono speciali solo per cagneria realizzativa e una regia che definirla tale è veramente qualcosa di fuori luogo.
Eppure si gode come suini a vedere Sharknado : non ha pause, è una serie continua di cazzate che ognuna è più grossa della precedente ma il gioco diverte proprio per quello: vuoi vedere fino a che punto possono arrivare regista e sceneggiatore.
E arrivano proprio al top: non si può resistere a Ian Ziering che al volo prende uno squalo a colpi di motosega e non contento, dopo essere stato inghiottito si apre la strada verso l'esterno sempre con la succitata motosega e visto che ci si trovava recupera ( viva!) un'altra vittima dello squalo.
Ma di queste cose ce ne sono a decine in 90 minuti scarsi: una tale concentrazione che deve essere necessariamente genio applicato al cinema.
Che voto dare?
Per il divertimento ci può stare anche un 10 perchè questo film si pone sin da subito come termine di paragone per tutto il trash futuro ma siccome abbiamo una reputazione ( prrrrrrrr!) da difendere gli diamo il voto da classico bvadipo cinefilo avvogante snob.

( VOTO : 3 / 10 ) 

  Sharknado (2013) on IMDb

25 commenti:

  1. Ormai ne avete parlato tutti, forse mi state convincendo a vedere questa cagata.

    RispondiElimina
  2. ah ah ah ! la stessa cosa che ho detto io qualche tempo fa! E sono contento di averlo visto!

    RispondiElimina
  3. Ecco, appunto...una cagata tremenda....veramente terribile!La scena della motosega poi è ormai uno scult...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è scult ma di un trash oltre ogni limite , per cui divertente!

      Elimina
    2. pienamente d'accordo con beatrix

      Elimina
    3. dai però è merda esilarante!

      Elimina
  4. ah ah ah ah!
    anche tu hai ceduto, alla fine! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la scimmia non mi voleva più scendere da dietro le spalle....e mi sa che approfondirò il discorso della Asylum quando ho voglia di vedere roba comica!

      Elimina
  5. Grande Bradipo, anche tu sei entrato nel club degli squali!!! XD
    Ah, pare che la Asylum abbia ultimamente partorito anche Ghost Shark o roba simile, recensito da I 400 calci... altra incredibile meenchiata che non vorremo mica farci scappare? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non potevo mancare e d'ora in poi starò più attento a questa robaccia ..si ride di brutto! e i tipi dei 400 calci sono degli eroi a sorbirseli tutti!

      Elimina
  6. Anche tu, a sto punto io non voglio esimermi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON ti puoi esimere, non ti pentirai, per certi versi è un film indimenticabile! ma temo che lo sia per i motivi sbagliati...un po' come essere il tipo nel poster immortalato sotto il canestro mentre Michael Jordan gli schiaccia sulla testa!

      Elimina
  7. Da denuncia penale, quelle merde dell'asylum confermano la loro demenza partorendo abominii come questo, il quale, imho, non diverte mai, ma irrita per la sua bruttezza.

    Spero che qualche talebano si schianti con le bombe contro la sede dell'asylum così almeno ce ne liberiamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai su, prendilo per la megacazzata che è! all'Asylum son dementi ma a loro modo sono anche geni!

      Elimina
    2. per me son delle MERDE sti filmacci qui ormai sono come i vari comic movie, mondezza che vorrebbe far ridere, ma fa solo VOMITARE

      Elimina
    3. i film della Asylum fanno ridere solo involontariamente...per la cagneria con cui sono fatti ma una cosa come Sharknado sfiora la genialità!

      Elimina
    4. uhm mi spiace bradipo ma non condivido, non ci vedo nulla di geniale, ci vedo solo lo schifo più totale

      Elimina
  8. Risposte
    1. lo devi assolutamente vedere!

      Elimina
    2. a me non fa per niente ridere, solo incazzare

      Elimina
  9. Concordo in pieno.
    Un film a suo modo geniale, e divertente - involontariamente - come non mai.
    Il cult di quest'estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono fatto le più grasse risate a vederlo...che non è onorevole per un horror ma Sharknado è veramente oltre!

      Elimina
  10. Pessimo ti giuro son morto dalle risate, più trash non si può...

    RispondiElimina