I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

venerdì 10 luglio 2015

The Gunman ( 2015 )

Terrier lavora in Congo con mansioni non meglio specificate nel campo del volontariato per stare vicino alla sua fidanzata che è un medico. In realtà fa parte di un team affiliato ai servizi segreti che ha il compito di uccidere il Ministro delle Risorse Minerarie e provocare una guerra civile per rovesciare il governo in carica.
E' proprio Terrier il cecchino designato, compie la sua missione omicida ed è costretto a fuggire e a vivere sotto copertura per molti anni.
Quando torna in Congo per lavorare in un'organizzazione no profit ed è fatto bersaglio del tentativo di omicidio da parte di un gruppo di mercenari locali, è costretto a tornare in Europa per fare chiarezza sul suo passato e per scoprire chi lo vuole morto.
E incontra di nuovo la sua ex fidanzata....
Non vorrei che Sean Penn abbia visto la svolta action senile di Liam Neeson e abbia provato invidia raffazzonando un film come questo.
Il sospetto c'è : Sean, anni 55 ad agosto e palestrato il giusto , prende un romanzo , ne scrive la sceneggiatura assieme a Pete Travis e Don MacPherson, si ritaglia anche un ruolo da produttore oltre che da protagonista assoluto, assolda il muscolare Pierre Morel, virgulto formato da Luc Besson e regista non a caso del primo Taken , cioè il film che ha sancito la svolta action del suddetto Liam Neeson  e si costruisce un film su misura contornandosi di comprimari di lusso che decidono di stare nel suo cono d'ombra ( tipo Bardem, Winstone e Idris Elba).
Il risultato è sotto gli occhi di tutti: The Gunman è un action rozzo e registicamente volgare, uno di quei film nati già vecchi in partenza e che arrivano fuori tempo massimo, un veicolo promozionale per il trainer di un Sean Penn ( addominali a tartaruga come se non ci fosse un domani che vedete immortalati poco più in basso) che lascia in un cassetto la tecnica in favore dell'azione dura e cruda e delle sequenze adrenaliniche giocate sul filo della tensione.
Che, detto tra noi, non ci sono , roba vecchia e ammuffita anche quella così come la svolta nella seconda parte del film, l'attesissimo colpo di scena che lo spettatore più smaliziato ha intuito già una buona oretta prima.
In questo sfacelo non si salvano neanche i comprimari di cui sopra con un Bardem oscenamente sopra le righe, un Winstone in un personaggio che più incolore non si puà e un Elba che con la sua fissità da merluzzo del Nord Atlantico fa rimpiangere assai i suoi ( bei ) trascorsi televisivi.
In mezzo al bailamme c'è spazio anche per la divetta nostrana Jasmine Trinca che conta come il due di coppe quando briscola è spade e sfodera un autodoppiaggio da denuncia penale, un po' come tutti i nostri conterranei impegnati all'estero, in quelle rare occasioni che vengono ingaggiati.
Il sospetto è che Sean Penn voglia quasi esorcizzare la vecchiaia che avanza.
Sapevo che prima o poi sarebbe arrivata l'ora ma vien quasi voglia di rivalutare in toto gli action girati con stile videoclipparo dal compianto Tony Scott, tanti vituperati al momento in cui uscirono ma di levatura sicuramente superiore rispetto a tutta l'immondizia action che tappezza i manifesti del cinema al cinema.
Peccato per la tematica importante ( lo sfruttamento dei Paesi più poveri da parte dei più ricchi) che viene buttata alle ortiche in un film senza capo nè coda, con una sceneggiatura che ha più buchi di una forma di groviera.
Sean, caro, non è appagante neanche parlare male di te.
Anche perché tu quando vai a casa trovi  Charlize Theron che ti aspetta tra le lenzuola e noi che ti critichiamo stiamo qua con un bel palmo di naso....


PERCHE' SI : il cast ha nomi altisonanti e nulla altro, qualche sequenza action girata e montata come il dio del cinema comanda.
PERCHE' NO : film fuori tempo massimo, costruito su un divo che sta invecchiando con un cast che decide di stare nel suo cono d'ombra, Jasmine Trinca si autodoppia penosamente e Bardem recita oscenamente sopra le righe.


LA SEQUENZA : il duello finale alla Plaza de toros durante una corrida.


DA QUESTO FILM HO CAPITO CHE :

Mai visto Sean Penn così palestrato, anzi....
Può darsi che stare con una come Charlize Theron ti faccia venire l'ansia da prestazione.
Chi sarà il prossimo attore con un curriculum serio ( tipo due Oscar come Penn) che opterà per la svolta action in vecchiaia?
Perché Pierre Morel continua a girare film che sembrano fatti con lo stampino?


( VOTO : 3 / 10 )


 The Gunman (2015) on IMDb

12 commenti:

  1. Che fisicaccio Sean Penn. Il film non lo recupererò, ma aspetto che Morel mi chiami per il prossimo, così mi metto in forma ;) Mi dispiace per la Trinca, che mi piace pure parecchio, ma fuori dal territorio dei drammi all'italiana, mi sa, non fa per lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho messo le immagini del suo fisico proprio perché hanno stupito anche me...

      Elimina
  2. Un film terribile, tra i più brutti dell'anno.
    Morel si conferma un cane, e spero che Penn non segua le orme di Neeson.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io speri che non gli venga il delirio di seguire Neeson...

      Elimina
  3. Confermo tutto, hai detto bene, un film nato vecchio e stanco, sembra un ego-trip di Sean Penn, per altro, non sta più insieme a Charlize Theron (Tiè!) c'è un pò di giustizia allora ;-) Anche se comunque a me il vecchio e iroso Sean normalmente sta simpatico ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah non sta più assieme alla divina? prevedo il tracollo...anche se questi vegliardi cascano sempre in piedi...

      Elimina
  4. Sto film non mi ispirava nemmeno per scherzo ed infatti non volevo vederlo. Il tuo voto e la tua recensione mi confermano tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente brutto per essere brutto...da evitare assolutamente,,

      Elimina
  5. Anche Penn ultimamente sta facendo scelte da bollito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma questa non è stata redditizia...

      Elimina
  6. Se Neeson Action fa simpatia Penn proprio no, e in quella foto pare abbian appiccicato la sua faccia sul corpo di un altro. Ho letto dal parrucchiere che par la divina. Theron lo abbia pure mollato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo la verità Penn non è mai stato simpatico e ora senza la Theron ..tracollera?

      Elimina