I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 27 agosto 2013

Europa Report ( 2013 )

Una missione spaziale con astronauti di varie nazionalità viene inviata verso Europa, il quarto satellite di Giove , la cui superficie coperta da ghiacci potrebbe nascondere forme di vita . Il compito dei vari membri del'equipaggio è di raccogliere vari campioni al di sotto della crosta di ghiaccio e di analizzarli.
Ma naturalmente non tutto va per il verso giusto. Anzi.
( CONTIENE SPOILER )
Europa Report è uno dei pochi film di sci fi girati con la tecnica del found footage. Personalmente ho un rapporto abbastanza contrastato con questa tecnica e anche col mockumentary, nel senso che le ritengo forme espressive cinematografiche piuttosto interessanti ma che sono state spesso utilizzate male, malissimo, sono state solo un espediente per fare film a basso costo e di scarsa qualità tecnica , poco cinematografica insomma.
Il solito discorso del cinema che riprende la realtà da più vicino possibile scimmiottandola malamente.
Con il found footage e il mockumentary siamo arrivati alla caricatura di questo concetto, tralasciando ogni esigenza di realismo ( non è un caso che queste tecniche siano utilizzate soprattutto per uno dei generi di fantasia per antonomasia, l'horror ) semplicemente per assecondare le smanie voyeuristiche dello spettatore.
Con Europa Report il discorso invece è diverso: è un film di sci fi ( perchè ancora non siamo in grado tecnicamente di mandare una missione spaziale con astronauti su Marte, figuriamoci su Giove) che però fa del realismo la sua arma principale,cerca di essere ancorato il più possibile alle leggi della fisica e quindi la tecnica del found footage era in qualche maniera necessaria per rendere ancora più plausibile quanto narrato.
La fonte attraverso si vede tutto sono le telecamere di bordo o quelle montate sul casco della tuta da astronauta quando i vari membri dell'equipaggio vanno in esplorazione al di fuori della navicella spaziale.
Quello che colpisce di Europa Report è che riesce a restituire in qualche modo la quotidianità della vita di un astronauta in missione tra lunghe pause di dolce far niente , quando non noia, riunioni tecniche, attività fisiche per non mandare in atrofia i muscoli che non si esercitano per la mancanza di gravità e tutto quello che compone una notte senza fine, illuminata solo dalle luci al neon della navicella spaziale, con spazi interni talmente limitati che da soli conferiscono al film un inquietante senso di claustrofobia.
Europa report naturalmente paga pegno ai capisaldi del genere ( direi qualcosa di 2010 L'anno del contatto, seguito apocrifo del capolavoro di Kubrick che guarda divertito da lassù,  ma anche qualcosa di Dark Star di Carpenter, senza la sua vena oltraggiosa e goliardica) mentre tra i film di sci fi più contemporanei direi Solstice di Danny Boyle ( prima dell'inopinata svolta new age ), Moon di Duncan Jones  e anche un piccolo film girato sempre con la tecnica del found footage che è Apollo 18 che però nutre la suspense con la classica creatura aliena nemica.
Nemico alieno che manca in questo Europa Report, un viaggio per arrivare alle origini della vita in cui il sacrificio diventa l'asse portante di un possibile progresso dell'umanità.
Niente mostri, solo il nero spazio profondo, silenzioso, illuminato unicamente dal firmamento, solo una crosta di ghiaccio sottile, troppo sottile che non riesce a reggere il peso della navicella spaziale quando cerca di decollare e che non regge neanche il peso di uno scafandro da astronauta, oppure una contaminazione che non permette di rientrare per non esporre gli altri a un rischio biologico.
Il sacrificio dei membri dell'equipaggio è fatto nel silenzio assoluto, senza glamour o effetti speciali che ne accentuino l'eroismo. Sono tutti eroi silenziosi che accettano il sacrificio in nome del progresso della conoscenza, senza un fiato, senza rassegnazione, orgogliosi di portare il proprio contributo alla scienza.
Anzi è spesso l'ansia di andare oltre nella conoscenza che li porta al sacrificio.
Europa Report è la testimonianza ulteriore che per fare un buon film  di sci fi non occorrono budget milionari da spendere in costosissimi effetti speciali: ci vogliono le idee.
E il film di Sebastian Cordero ne è pieno.
Naturalmente l'uscita italiana al momento non è prevista.

( VOTO : 7,5 / 10 )

Europa Report (2013) on IMDb

15 commenti:

  1. Ne sto sentendo parlare non benissimo... di più!! Cerco di recuperarlo appena possibile!!

    RispondiElimina
  2. Mi associo a Babol. Appena rientro non me lo faccio scappare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh! ma quando rientri? non è un po' troppo che stai fuori?

      Elimina
  3. Ne parlano non benissimo ché la gggente vuole più azzzione e suspance e mostri.
    Invece è ottimo. Merita. Ce ne fossero dieci all'anno di cosi così. :D

    RispondiElimina
  4. Ne state parlando tutti talmente bene che non potrò astenermi ancora troppo dal vederlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi che non ti puoi proprio astenere!

      Elimina
  5. Come sopra..appena possibile frenando la mia avversione per il found footage cercherò di recuperarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo dioevo nella rece: anche io odio questo formato ma poi alla fine me li vedo tutti...e comunque qui è assolutamente necessario il found footage...

      Elimina
  6. Stupendo. E io odio i found footage. ma questo è davvero diverso e ha senso girato in questo modo, non potrebbe essere altrimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem con patate. Strquoto al mille percento quello che hai appena affermato!

      Elimina
  7. Non ho letto nulla ché hai scritto spoiler maledetto e non voglio rovinarmelo, ma la curiosità è a mille da un po' e me lo guarderò sti giorni :)

    RispondiElimina
  8. non ho potuto fare a meno di spoilerare...sono curioso di leggerti!

    RispondiElimina
  9. >Ho da guardarlo stasera gia bell'e che pronto

    RispondiElimina