I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 16 luglio 2013

El cuerpo ( 2012 )

Una guardia notturna viene investita e ridotta in fin di vita mentre sta fuggendo a gambe levate dall'obitorio in cui lavora. Ma che cosa ha provocato questa sua scomposta reazione?
La polizia indaga e scopre che proprio quella notte dalla morgue è scomparso il cadavere di Mayka Villaverde, ricchissima ereditiera morta apparentemente per cause naturali. Viene interrogato il marito, Alex, molto più giovane di lei, messo dalla moglie a capo dell'azienda, e si capisce subito che è implicato nella morte della moglie. Assieme all'amante Carla ha progettato quello che sembra il delitto perfetto ma non è propriamente così. Anche perchè questo cadavere si muove più da morto che da vivo e Alex continua a ritrovare nei posti più impensati e in modo apparentemente casuale indizi probatori della sua colpevolezza. Sembra proprio che la moglie oltre a sapere tutto del suo piano diabolico voglia vendicarsi del fedifrago e della sua amante....
A dispetto delle apparenze El cuerpo, esordio alla regia nel lungometraggio del 38enne Oriol Paulo, già sceneggiatore di un thriller di discreto successo come Con gli occhi dell'assassino, non è un horror accessoriato di fantasmi con una moglie crudele che dall'oltretomba cerca di vendicarsi del marito che l'ha tradita e l'ha uccisa.
Trattasi di thriller dal meccanismo semplice ma d'effetto , dalle evidenti reminiscenze hitchockiane ( il maestro è citato apertamente nella sequenza in cui Alex porta un calice di vino "sospetto" alla moglie appena ritornata da un lungo viaggio) in cui il regista è ben attento a coprire le proprie carte per tenere alta la tensione per tutti i 110 minuti della durata del film.
E ogni volta gioca al rialzo con lo spettatore ignaro che , come Alex, scopre gradualmente tutto ed è sorpreso ogni volta quando tutto sembra coalizzarsi contro il protagonista che continua a reperire, in modo del tutto casuale ( ma alla terza/quarta volta che accade non può essere più una semplice casualità) piccoli particolari che lo riportano alla sua storia con la moglie ma soprattutto indizi che rafforzerebbero i sospetti su di lui.
Ambientato praticamente quasi del tutto in un obitorio durante una notte buia e tempestosa ( location che ha un suo fascino malsano ) , El cuerpo, lascia del tutto le sue pretese autoriali, in favore di un ritmo elevato che non permette mai di annoiarsi.
Agisce per accumulazione e ogni volta che viene aggiunto un qualcosa alla storia con dei flashback a incastro si è resi edotti del background di tutta la storia tra Alex  e Carla, complici nel delitto e in procinto di darsi alla fuga, ma soprattutto del rapporto tra Alex e la moglie Mayka, dittatoriale ma dotata di uno strano senso dell'humour, capace di tenere sempre sulla corda il marito ma ogni volta dimostrando di amarlo.
I numerosi flashback da una parte smorzano il ritmo ma d'altra parte alimentano la tensione che cresce minuto dopo minuto fino all'apoteosi della soluzione finale.
Un colpo di scena che costringe lo spettatore a ripercorrere mentalmente tutto il film proprio perchè un ribaltamento simile di prospettiva era tutto fuorchè atteso.
E anche se a naso sembrerà che non tutto fili per il verso giusto, bisogna dare atto a Oriol Paulo di aver architettato un finale molto elaborato, ai limiti del cervellotico, ma plausibile e tremendamente efficace come coup de theatre.
El cuerpo è un giallo a tinte classiche ma  girato in modo molto moderno e dinamico: confezione inappuntabile, ritmo infallibile e attori che danno il meglio in personaggi molto ben costruiti e stratificati, non delle semplici marionette al servizio del meccanismo della storia narrata.
E' il classico film in cui niente e nessuno sono quello che sembrano.
Ed è questa la sua carta vincente.
Vogliamo poi parlare di uno dei cadaveri meno presenti ma più incombenti mai visti al cinema?

( VOTO : 7 + / 10 ) 


  The Body (2012) on IMDb

13 commenti:

  1. Grazie, i gialli classici mi sono sempre piaciuti e questo sembra particolarmente interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me questo può piacerti...

      Elimina
  2. E' un pò che non mi cimento con qualcosa di spagnolo, direi che potrei recuperarlo, anche se a me Con gli occhi dell'assassino aveva fatto cagare! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho ancora visto Con gli occhi dell'assassino ...poi ti dirò..questo secondo me è degnissimo di una visione!

      Elimina
  3. Se è spagnolo ed è un giallo, mi ci fiondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spagnolissimo e degnissimo della tua fiondata!

      Elimina
  4. In rete c'è solo una versione spagnola con sottotitoli, nonostante tutto lo vedrò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nella versione che ho visto io c'era anche una fastidiosissima voce fuori campo che descriveva tutto quello che stava accadendo in tempo reale...

      Elimina
  5. finalmente una grande immagine header!

    certo che passare dalle streghe di salem a les revenants è come passare dai vanzina a tarantino eheh :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ! sapevo che avresti gradito! è colpa anche tua se mi sono deciso a guardarla, io che non guardo serie tv per principio!

      Elimina
  6. Omonero dice:
    Vistuto a suo tempo. Gradevole, ma i continui flashback dopo un po' mi snervavano ed una sforbiciatina sulla durata della pellicola forse avrebbe giovato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, i flashback allentano un po' il ritmo ma secondo me sono inseriti appositamente per dare tregua allo spettatore...

      Elimina
  7. Ottima rece ma secondo me sei stato anche troppo tiepido...
    E te lo dico con una semplice "operazione".
    Fammi il nome di 5 thriller non horror migliori di questo negli ultimi anni.
    Io non ne trovo tanti.

    RispondiElimina