I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 4 febbraio 2014

Frozen - Il regno di ghiaccio ( 2013 )

Arendelle è un regno immaginario situato in un bellissimo fiordo. Le due sorelle Anna ed Elsa , principesse rimaste orfane sono legate da un affetto indissolubile ma il potere di dominare la neve e il ghiaccio che ha Elsa quasi uccide la sorellina facendole maturare la decisione di crescere separatamente. Si incontrano di nuovo alla cerimonia di incoronazione di Elsa ma anche lì a causa dell'emotività della nuova regina il suo potere prende il sopravvento e fa precipitare il suo regno in un inverno perpetuo e lei fugge andandosi  a ritirare in un palazzo lontano dagli occhi di tutti. Anna assieme al giovane Kristoff e alla renna Sven partirà alla ricerca della sorella per far terminare l'inverno senza fine in cui versa Arendelle ma dovrà guardarsi anche da nemici più o meno manifesti che vogliono ucciderle entrambe....
Frozen- Il regno di ghiaccio , l'ultimo film d'animazione Disney è stato a sorpresa il vero vincitore del box office natalizio nostrano come non succedeva da anni con circa venti milioni di incasso.
Colpa della scarsa qualità dei concorrenti, forse, ma mi piace pensare che sia soprattutto merito di un film che rinverdisce i fasti di casa Disney proponendosi con modernità assoluta ( e non si parla solo di tecnica, abbacinante come di consueto ) ma anche richiamandosi alla tradizione , raccontando una storia di principesse infelici, castelli situati alla fine del mondo e incantesimi da fiaba.
L'ispirazione a La regina delle nevi di Andersen è un richiamo lontano per un film che osa molto dal punto di vista musicale ( è uno dei film Disney più ricchi di canzoni ) ma che vince anche grazie a una serie di melodie accattivanti che assieme a tutto il resto rendono Frozen-Il regno di ghiaccio un prodotto vincente.
Creazione degli stessi produttori di Rapunzel ( e si vede ) crea un ideale trait d'union tra questo e Ribelle-The Brave, in quanto caratterizzati dalla presenza forte di una principessa moderna, emancipata decisamente al passo coi tempi.
Anna è un prototipo di giovane donna indipendente, attiva, non un modello di ragazzina tutta smancerie in attesa delle spalle larghe del principe azzurro di turno, ma una principessa decisa e che ha bene in mente cosa fare del suo avvenire.
Se Anna è la protagonista assoluta del film, occorre anche sottolineare che non è il classico personaggio che schiaccia tutti gli altri che sono in scena: ricca di fascino è Elsa col suo potere da cinema mutante, bella e maledetta senza volerlo essere, che sceglie di nascondersi agli occhi di tutti per non uccidere col ghiaccio ogni forma di vita che ha intorno a sè, piacevole è il personaggio di Kristoff, forte e ingenuo che ha il ruolo del "principe" pur senza esserlo, sorprende il villain , Hans ( piccolo spoiler ) , mosso dalla smania del potere.
Accanto a loro in una sarabanda di costumi meravigliosi e scenari incantati che riempiono decisamente l'occhio i due personaggi che riscalderanno il cuore dei bambini, la renna Sven e il pupazzo di neve animato Olaf a cui sono riservate le scene più comiche del film.
Frozen-Il regno di ghiaccio è una scommessa vinta: inappuntabile dal punto di vista tecnico con dei personaggi moderni , eppure votato al classico stile Disney arricchito da molte canzoni che stavolta hanno il merito di non sfigurare nella versione italiana.
E una volta tanto risalta in senso positivo anche il doppiaggio , che molte volte è il tallone d'Achille di parecchio cinema d'animazione che arriva dalle nostre parti ( perchè i nostri distributori prendendoci al solito come allocchi cercano la voce conosciuta e non quella migliore tecnicamente ).
Successo mondiale e non solo italiano o americano, ha superato gli 850 milioni di dollari di incasso worldwide.
E il tassametro ancora corre....

( VOTO : 7+ / 10 ) 

Frozen (2013) on IMDb

17 commenti:

  1. addirittura? occorre recupero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. recupero ultraconsigliato, uno dei migliori Disney di questi ultimi anni...

      Elimina
  2. Il miglior film Disney - Pixar esclusa - dai tempi degli anni novanta di Aladdin e La bella e la bestia. Per me ottimo.

    RispondiElimina
  3. Mi è piaciuto davvero moltissimo, l'ho rivisto 4 volte e non me ne stanco affatto!
    Belle le canzoni, bella la scenografia, belli i personaggi e i messaggi di fondo. Promosso a pieni voti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh io l'ho visto una volta sola e l'ho apprezzato molto, ai bradipini è piaciuto ancor di più...

      Elimina
  4. Una gran bella sorpresa, una storia originale. Una rivisitazione fresca del concetto di "amore". E poi i Trollini quanto so' carini??? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i trollini sono adorabili...anche a me ha sorpreso, mi aspettavo molto meno...

      Elimina
  5. Carino, un paio di idee interessanti ma per il resto normale amministrazione. La canzone "All'alba sorgerò" però è da ovazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. frequento un altro genere musicale e normalmente queste canzoni le trovo sul vomitevole andante ma stavolta sono molto carine...aarggh! quasi mi vergogno a dirlo...

      Elimina
    2. Pure io (non mi ricordo dove, ma una volta avevamo visto che i nostri gusti musicali erano abbastanza affini) ma, come dici te, sono state fatte davvero bene.

      Elimina
  6. Non ci speravo molto a questo ritorno musical/principesse e invece mi è piaciuto e mi ha emozionato parecchio!
    E ora, al posto della pioggia vorrei un po' di neve per fare un mio Olaf...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quest'anno il pupazzo di neve, almeno da me ce lo scordiamo...Frozen ha sorpreso anche me e molto!

      Elimina
  7. Risposte
    1. le aspettative erano basse e per questo è stata una sorpresa ancora più gradita...

      Elimina
  8. Carino, anche per un paio di buone trovate (la "regina cattiva" che in realtà è buona, la principessa che salva sé stessa) ma francamente "Rapunzel" mi era piaciuto di più... Il pupazzo di neve è fra le "spalle comiche" più inutili di sempre (meglio la renna!).

    RispondiElimina
  9. è piaciuto tanto anche a me: bella la storia e bellissime le canzoni!

    RispondiElimina