I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

sabato 15 dicembre 2012

Ex drummer ( 2007 )

Tre musicisti diversamente (in) abili formano una band punk: il cantante affetto da un deficit di linguaggio riesce solo a sbraitare come un animale, il chitarrista è sordo e il bassista ha un braccio anchilosato. Alla batteria prendono uno scrittore che è "normale" ma non avendo mai suonato la batteria in vita sua è assimilabile agli altri.Lo scrittore però comincia una sottile opera di manipolazione sugli altri membri della band facendo venir fuori sempre più il loro lato animalesco.
Una band dal futuro decisamente breve.
Questo è un film che puzza e anche parecchio. E non è in odorama.
E'quello che fa vedere che puzza: impulsi primordiali, bestialità assortite, lo squallore umano elevato all'ennesima potenza. Viene dal Belgio ma se mi viene permessa una licenza qui il realismo dei Dardenne viene letteralmente tagliuzzato a fette sottili sottili come si faceva in una pubblicità della Simmenthal, frullato con la desolazione umana programmata del duo  Kervern/Delepine e generosamente innaffiato con deiezioni organiche provenienti dagli esponenti più oltranzisti del  Dogma 95 (tipo Idioti di Von Trier).
Un film putrido e bastardo che narra le gesta di un gruppo musicale punk formato di soli portatori di handicap che ingaggia come batterista uno scrittore che non ha mai suonato la batteria (quindi teoricamente come musicista handicappato anche lui) appare già politicamente scorretto nell'assunto di base. 
Nel film di Mortier inoltre  vediamo tutto il peggio che possa essere partorito dalla mente e dal corpo dell'animale uomo. Il peggiore degli animali. 
Il gruppo formato è quello dei Feminists e il pezzo che suonano nella prove è la cover di  Mongoloid (dei Devo): una canzone, un programma.
Lo scrittore cerca solo ispirazione per il suo prossimo romanzo e si mescola volentieri con il peggio che il destino gli poteva proporre.E modifica in peggio gli istinti degli altri fino a un finale di nichilismo insostenibile.
Mortier è  al suo esordio nel lungometraggio, viene dalla pubblicità e fa di tutto per non farlo notare visto che sporca le immagini e le sequenze in maniera così evidente che sorge il sospetto di un'estetizzazione al contrario, che ottenga cioè come risultato uno stile antitetico a tutto quello che è la classica estetica da spot patinato cioè  la limatura perfetta e ossessiva di tutti i particolari per rendere il prodotto più accattivante agli occhi del pubblico.
In Ex drummer tutto ha un aspetto grezzo , sporco, le sequenze forti ( anche "hard") abbondano, il concorso musicale sembra la versione horror di un  talent show, un rito tribale pagano stracolmo di zombies.
La vita della band è solo un pretesto per mostrare la discesa agli inferi di un gruppo di reietti laidi e amorali in un delirio di sangue e frattaglie sparse per ogni dove.
Da notare alcune invenzioni visive che colpiscono: dalla sequenza dei titoli di testa mandata al contrario (così anche i titoli di coda scorrono al contrario), al montaggio alternato che caratterizza la resa dei conti finale.
Ma colpisce tutta l'intelaiatura visiva di una pellicola che sembra quasi svuotare le cose del loro colore naturale in favore di un aspetto uniformemente grigiastro.
Ex drummer è un film punk nel senso peggiore del termine: anarchico all'ennesima potenza sia dal punto di vista formale che sostanziale, destabilizzante perchè alla fine è l'unico correttamente inserito nella società civile (lo scrittore) che provoca tutto il pandemonio manipolando perfidamente i suoi colleghi di band.
La cinepresa non si sottrae di fronte a nulla.
Ed è per questo che è un film che si ama o si odia.
In ambedue i casi legittimamente.

( VOTO : 7,5 / 10 ) 

Ex Drummer (2007) on IMDb

14 commenti:

  1. potrei aver trovato il mio film di natale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per un Natale allegrissimo...in linea con il periodo...

      Elimina
  2. woow questo dovrebbe essere nelle mie corde! Yeah Bradipo, ti farò sapere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente si! per me ti piacerà abbestia!

      Elimina
  3. L'ho visto ormai da un bel po' di tempo, il ricordo non è così fresco però l'avevo trovato effettivamente tosto nell'ostentazione del peggio. L'unico appunto è che avevo a volte avuto l'impressione che si calcasse la mano non tanto per narrar la storia quanto proprio per calcar la mano.

    Comunque da vedere, però Cannibal a Natale no, dai :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, anche io ho avuto la stessa impressione e ho parlato di estetizzazione al contrario solo per stimolare reazioni da parte del pubblico.

      Elimina
  4. Questo ha tutte le caratteristiche del film che mi irrita e infastidisce ad oltranza. Credo proprio che non mi darò da fare per recuperarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per vederlo ci vuole lo stomaco foderato di cemento armato, da dentro.Non me la sento proprio di consigliarlo.

      Elimina
    2. Ah ah ah!
      Ti ringrazio, anche se, ti dirò, credo che, anche se me l'avessi consigliato calorosamente, difficilmente saresti riuscito a convincermi.
      Ci sono film da cui mi tengo accuratamente alla larga di proposito!

      Elimina
    3. può darsi che lo vedi su mio consiglio e poi mi vieni a cercare per farmi fare la fine del tuo stomaco non foderato....oppure semplicemente mi togli il saluto...

      Elimina
    4. noooo... per così poco? non porto rancore, solitamente! :)

      Elimina
    5. fiuuuu! meno male , mi sento più sollevato...allora guardalo! ne vale veramente la pena!

      Elimina
  5. Questo mi sa che non me lo devo perdere. Uno di quei film da recuperare sicuramente da come ne parli. Ti farò sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a poison questo è un film che non mi sento di consigliare a cuor leggero perchè si può amare e detestare in modo del tutto legittimo. Come si suol dire; ambasciatore non porta pena...

      Elimina