I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

martedì 15 settembre 2015

Non è sempre facile bloggare...

E' un periodo un po' così.
Ci sono cose che vanno e che non vanno.
E in questo momento la cosa che non va principalmente è che non riesco a stare dietro al blog come vorrei.
Fino ad ora per me non è stato mai un peso aggiornare il blog, non ho mai tenuto segreto che le mie impressioni sui film, scritte tutte rigorosamente di pancia , non mi portavano via molto tempo.
Prima riuscivo a ritagliarmi quell'oretta di tranquillità per fissare le idee e scrivere praticamente di getto tutto quello che ho sempre pubblicato.
In questo ultimo periodo purtroppo non è così ;  ci sono delle fasi nella vita di ognuno di noi e in questa fase non riesco a vedere film come facevo di solito e soprattutto non riesco ad avere la stessa freschezza nello stare ogni mattina davanti a questo rottame di computer per scrivere.
Potrei mettere recensioni vecchie che ho scritto in una vita precedente ( su internet non oso parlare di reincarnazione o di metempsicosi che dir si voglia )  ma sarebbe come prendersi in giro, anzi prendermi in giro.
E' un periodo che va così e l'unica cosa è che devo stare tranquillo e farlo passare.
Devo far passare questa sensazione che ho dentro di essere ormai dentro una routine soffocante, fatta di film,,scriverne, commentare, leggere e stare su internet.
Anzi, scusatemi se non sono presente come prima : la mia scarsa presenza sul blog è lo specchio esatto della mia scarsa presenza sul web, il mio tempo trascorso su internet si è drasticamente ridotto, diciamo che non voglio sentirmi prigioniero della rete e dei social network.
Ed è per questo che in questo momento li sto un pochino evitando: addirittura torno a casa dopo una giornata di lavoro e non ho voglia neanche di accendere il computer, gesto che prima era praticamente automatico al mio ritorno, il primo che facevo appena messo il primo piede in casa.
Fortunatamente sembra che il blog a livello numerico ne risenta molto molto relativamente ( per non dire affatto) e questo mi sta facendo riflettere sul diradare i vari post anche quando deciderò di tornare a regime pieno.
Magari è un modo per farli leggere a più persone.
Non voglio sparire , non voglio lasciare questo bradipo cinefilo a vagare da solo per la blogosfera, voglio continuare a scrivere e a parlare di film con voi tutti.
Ma in questo momento faccio una tremenda fatica.
A presto.

23 commenti:

  1. A me invece st capitando di non avere molta voglia di scrivere il blog. Ciò non significa che non mi importi, ma ho solo bisogno di staccarmene un po'...

    RispondiElimina
  2. Credo sia assolutamente normale, e che non sta scritto da nessuna parte "dacci oggi il nostro post quotidiano", considerato che scriviamo in un blog perché ci piace farlo e non perché è un lavoro. E, siccome non è un lavoro (e quindi non ci dà da mangiare) è giusto dedicarci-si-vi solo quando si può, ma, soprattutto, quando si vuole.
    E se tu in questo momento "non vuoi", fai benissimo a non scrivere. Perchè scrivere controvoglia giusto perchè "bisogna farlo" non servirà a fartela tornare, la voglia. E' come quando a scuola ci obbligavano a leggere i Promessi Sposi....
    L'importante però è che tu non decida di sparire, ma, visto che sei bradipo, prima che tu riesca a sparire del tutto ti ci vorrà un sacco di tempo! :)
    Baci

    RispondiElimina
  3. Ci rileggiamo presto, quando sentirai di volerlo fare! Noi ti aspetteremo qui!:)

    RispondiElimina
  4. Ti ho sempre letto anche prima di avere io stesso un blog, per me sei sempre stato una presenza solida indipendentemente dalla frequenza dei post. Scrivere, rispondere, e tenere in vita un blog deve essere uno spasso, il ritmo con cui uno lo fa deve essere funzionale ai propri ritmi, quindi stai tranquillo, personalmente leggerò sempre i tuoi commenti, sono un fautore del “Passo di Bradipo” quindi la fretta possiamo lasciarla alle spalle ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  5. E' un ciclo, ci sono passato.Per me alla lunga passare tutto il tempo libero a vedere film o ascoltare musica in funzione dei post è diventato quasi un impegno più che un piacere. Col tempo sono passato dai 20 post al mese del 2010 ai 4/5 attuali.

    RispondiElimina
  6. ti aspettiamo bradipo!
    siamo qui ad aspettarti!

    RispondiElimina
  7. Anche se è da poco che sono un blogger ti capisco, certe volte non si ha tempo o voglia di scrivere un post tanto per...anch'io da settimane non posto giornalmente ma quando posso, sei un ottimo blogger e ti seguirò anche con i tuoi tempi alternativi

    RispondiElimina
  8. E' capitato anche a me quest'estate, mi son preso due-tre settimane di "ferie" pubblicando quasi esclusivamente comunicati stampa di romanzi. Alle volte diventa impegnativa la gestione di un blog, soprattutto quando siamo molto presi da esso, così come diventa difficile dare uno sguardo ai post dei nostri amici in rete, cmq come sta passando a me, passerà anche a te ;) a presto

    RispondiElimina
  9. E pensare che a me sembrava impossibile che Tu riuscissi a mantenere nell' ordine : 1) una vita familiare intensa con annessi e connessi; 2) un lavoro a tempo pieno immagino impegnativo; 3) la visione uno o due film al giorno; 4) una impeccabile recensione di quei film. Misurando il mio tempo con il Tuo deducevo di avere una falla nel mio continuum spazio temporale.
    E fra l' altro guadagnavo tempo con i film scegliendo in base alle tue recensioni ..
    Torna dai. Che te ne fai di tutto quel tempo libero ?

    RispondiElimina
  10. Anche io ho passato un momento simile, e la cosa migliore è... fare altro, o non fare niente.
    Quindi, ci sentiamo presto... intanto buona distrazione :)

    Moz-

    RispondiElimina
  11. allora sei umano!!!scherzi a parte..una pausa ogni tanto ci sta, tranquillo, l'importante è non chiudere baracca...

    RispondiElimina
  12. e' una fase assolutamente normale, non ti faresti certo un favore se tu scrivessi articoli solo per obbligo, aspetta il momento in cui ne sentirai la voglia. Il giorno in cui tornerai a divertirti col blog allora e solo allora sarà il momento giusto per tornare.
    Tu fai con calma che noi ti aspettiamo e se e quando ti andrà di fare due chiacchiere sai dove trovarmi.
    Ciao.

    RispondiElimina
  13. dice Stephen Hawking:
    Nella teoria della relatività non esiste un unico tempo assoluto, ma ogni singolo individuo ha una propria personale misura del tempo, che dipende da dove si trova e da come si sta muovendo.

    lo stesso vale coi blog, no?

    RispondiElimina
  14. Cosa vuoi, succede, ci sono momenti + e momenti -, metti in pausa un po' poi riprendi a spizzichi così si sa che non scompari, ogni tanto bisogna pur respirare e ricaricarsi no? :-D

    RispondiElimina
  15. Vai tranquillo. Certe volte è meglio staccare per poter riprendere meglio :) credo che fasi simili siano assolutamente normali.

    RispondiElimina
  16. Non mollare!
    Va detto, comunque, che film di buon livello ce n'è sempre meno

    RispondiElimina
  17. Assolutamente comprensibile.
    Per quanto io continui a resistere, più volte mi è capitato di attraversare momenti con questa stessa sensazione addosso.
    L'importante, comunque, è sempre vivere quello che ci fa stare bene.

    RispondiElimina
  18. Personalmente, e lo dico con sincera onestà, NON ACCETTO LE SCUSE prima di tutto perché credo non dovresti nemmeno farle!! Il tuo è un blog non una scadenza esattoriale. Io ti seguo quando ho tempo e posso solo immaginare come possa essere più frenetica la vita di una famiglia con figli.......figli che appunto io non ho!! La vita è fatta di priorità e se in questo momento non hai tempo, non hai voglia, hai altro da fare e chi più ne ha più ne metta, pazienza Bradipo!! Vorrà dire che mi spulcierò le recensioni passate!!
    Deve essere un piacere questo, uno svago che ti distolga e ti sollevi dai problemi della vita. Se diventa anch'esso un obbligo o appunto un peso è meglio fermarsi e riflettere. Ciao a tutti !!! :)

    RispondiElimina
  19. Capita Bradipo. Quella fase in cui non viene in automatico, di aprire il computer, fa parte della vita di ognuno di noi. L'ho passata anch'io, non molto tempo fa. Dobbiamo assecondare le nostre voglie e il nostro istinto, molto animalesco, ma necessario. Quando poi tornerà, la voglia, sarai più motivato di prima.
    A presto Bradipo!

    RispondiElimina
  20. Ti capisco benissimo. Ma alla fine deve essere una cosa naturale, altrimenti non ne vale la pena. e visto quanto ti piace il cinema tornerai ai bei vecchi tempi, appena ne avrai la possibilità e la voglia. Noi ti aspettiamo

    RispondiElimina
  21. Ma mi sembra molto sano che tu desideri staccare ogni tanto dal tuo blog! Anche a me capita spesso (per impegni di lavoro, di famiglia, per stanchezza, etc.). La vita è altrove, la vita è ovunque, mica solo qui nel web! Riposati, poi vedrai che ti torna l'ispirazione. A presto.:)

    RispondiElimina
  22. Probabilmente ti seguirò a breve. Non c'è nulla di male a lasciare andare qualcosa ogni tanto. Non significa che quello che lasciamo andare nn ci interessi, solo che magari al momento ci pesa un po'. Il tuo blog è sempre pronto per quando tornerai. Ti aspetterà il tuo bradipo! A presto :)

    RispondiElimina
  23. Alessandro Beccati27 dicembre 2015 19:36

    ciao mi chiamo Alessandro, ho scoperto il tuo blog da poco, qualche mese, mi piacciono molto le tue analisi dei film, spero che ritornerai alla grande, ci sono tanti film dei quali vorrei leggere una tua recensione... :)

    RispondiElimina