I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

mercoledì 11 giugno 2014

Il mio quattrozampe e io - Matteo


Altro giro , altra corsa.
Dopo la fiammeggiante intervista con bombus lapidarius, ecco a voi una nuova leva della blogosfera, Marika, alias Mari creatrice e redattrice di Mari's Red Room, un blog in cui viene fuori tutta la sua passione per horror et similia, non precludendosi comunque puntate in  altri generi. Tutto analizzato in maniera acuta e intelligente, tutto dalla parte del pubblico.
Un blog che vi consiglio caldamente ( con questa canicola è proprio il caso di dirlo)...
Ora Marika è occupata in un trasloco ma ha deciso lo stesso di dedicare qualche minuto, anche più , alle risposte alle mie domande e di questo la ringrazio sinceramente.
Allora veniamo a noi, a Marika e soprattutto al suo pelosone .
1) Prima domanda oramai di prammatica: presentati e presenta il tuo amico a quattrozampe 
Dunque, io sono la Mari, logorroica amante di film horror che si diletta a disturbare i gatti durante la visione dei suddetti film, attività svolta regolarmente per nascondere il fatto che i film horror li amo ma in realtà me la faccio sotto.
Il gatto attualmente vittima dei miei sfoghi si chiama Matteo, 5 anni, senza razza apparente, amante delle cosce femminili, delle grattate sulla testa e del cibo nelle bustine singole. Prima di lui ho sempre avuto gatti da quando ho memoria, complice un papà amante degli animali e una mamma che si lamenta sempre di doverli curare lei ma che poi li ama più di tutti.
E' decisamente il MIO gatto, ama farsi nutrire da tutti in famiglia, ma le coccole (che comunque non ama se non quando lo dice lui) le prende solo da me, entro in una stanza e lui inizia a pavoneggiarsi per mostrarmi quanto bello sa essere. Come se io non ne fossi già sufficientemente innamorata.
Eventualmente si trasforma in un utile e gratuito pulitore di piatti pre-lavastoviglie, in un pratico raccoglibriciole e in una calda coperta invernale.
Ma no, non è in vendita.
2) Come mai hai deciso di chiamarlo Matteo e che cosa pensi di coloro che danno ai propri animali nomi di persona e di coloro che ai loro figli danno nomi che solitamente si danno a cagnolini o gattini?
Ahah, questa è bella, promettimi di non ridere. Quando ero nel pieno dell'adolescenza, cioè fino all'altro ieri, se conoscevo un ragazzo di nome Matteo era quasi tassativo che mi prendevo una cotta per lui. Me ne saranno piaciuti almeno 4. Ad una certa mi sono detta: se non posso avere QUEL Matteo umano, allora almeno mi consolo con un Matteo felino. Col senno di poi, meglio il mio micio di tutti quei Matteo messi insieme. Per me gli animali con nomi umani sono adorabili. Non vuol dire che sono una di quelle che tratta il gatto come un figlio, ma mi piacciono molto. Ne ho conosciuti parecchi: Irene, Alice, Simone. Tutti gatti. 
Il contrario però no, non mi piace. Mio figlio piuttosto che Chanel o similia lo lascio innominato! 
3) Da dove nasce la tua passione per i gatti?
Onestamente non ne ho memoria, ho sempre avuto gatti striscianti tra i piedi. Da piccola abitavo vicino a dei campi, nel giardino bazzicavano spesso dei randagi in cerca di pappa, e mio papà se li portava a casa TUTTI. Ormai fanno parte della casa, quasi più come categoria animale che non come singolo esemplare. E io ne ho sempre subito i fascino.
In giro su Facebook gira un'immagine che riassume perfettamente il motivo per cui amo i gatti, dice 'Nell'Antico Egitto i gatti erano considerati divinità. Non lo hanno dimenticato.'
Ditemi se non sono incredibili quando vogliono fare gli splendidi, pavoneggiandosi nella loro indiscussa eleganza, per poi bruciare tutto rovinosamente quando venderebbero anche la coda per un po' di cibo, o quando perdono ogni briciolo di dignità tentando un raffinato balzo in avanti per poi sbagliare le misure e finire per terra.
Ne vado matta!
4) E quella per l'horror?
Anche quella ha origini dall'infanzia. Il film preferito di mio papà è La mosca, nascoste in ogni angolo stavano videocassette di Craven e Carpenter. A me erano superproibite quando la mamma era in casa, e poi mostrate di nascosto da lui con una strizzata d'occhio. E' un amore irrazionale. Il cinema tutto mi emoziona, tutto il processo della realizzazione di un film mi attrae, vado in fibrillazione già solo con i trailer. Ma gli horror hanno un carisma che agli altri generi, mi dispiace, manca. 
I titoli di coda inquietanti, l'ignoto, la tensione che sale e tu che vorresti smettere di guardare ma non ce la fai perché una forza superiore ti ha incollato lo sguardo allo schermo, è un brivido incredibile. 
E poi le colonne sonore (trovatemi un'equivalente in epicità ai Goblin!), gli interpreti, i nomi di culto. 
La storia.
E' un mondo troppo intrigante per rimanere indifferenti.
5) Sei gelosa di Matteo?
UN CASINO. Un esempio? Adesso che stiamo traslocando, il pensiero va a lui che dovrà abituarsi ad un ambiente nuovo. Mia mamma se ne esce con la seguente frase: 'Se proprio si trova male lo riportiamo qui e lo lasciamo alla vicina!'
COSA?
Ho avuto un attacco di panico con conseguente crisi di nervi. 
Ci si avvicina al mio gatto solo previa autorizzazione della sottoscritta.
A parte che poi la mia vicina di casa puzza da morire e l'ultimo suo gatto veniva sempre a mangiare da noi perché loro si dimenticavano di averlo, sti cafoni.
Vorrei dire che Matteo belongs to me, ma in realtà secondo lui sono io che gli appartengo.
6) Se il tuo veterinario ti dicesse che il tuo "management" di Matteo è tutto sbagliato, dall'alimentazione al comportamento, tu come reagiresti?
All'udire la parola veterinario il signorino emette suoni poco gradevoli. Non lo porto spessissimo, ad onor del vero, e so di essere in errore. Quando lo porto però sono diligentissima nel fare quello che dice.
Se mi rivoluzionasse tutto il sistema gestionale del gatto e ne andasse della salute del suddetto ovviamente lo ascolterei.
Prima però ci rimarrei un po' male, perché vorrebbe dire che sono una pessima padrona:D
7) Quale brutta abitudine saresti disposta ad abbandonare pur di assicurare un ' aspettativa di vita più lunga al tuo micione?  
Smetterei di viziarlo, quella specie di re seduto sul sofà (cit.). 
Scherzi a parte, farei quanto in mio potere. Come dovrebbe fare ogni singola persona che decide di tenere in casa un animale. Vedo persone avere innumerevoli cani, gatti, tartarughe, e poi piantarli lì come fossero randagi. Maltrattati, ignorati o curati approssimativamente. Se decidi che quel gatto o chi per esso è tuo, ti comporti di conseguenza. Ti assumi la responsabilità della sua vita, perché lui non ha chiesto di stare con te, gliel'hai imposto tu. Odio profondamente chi prende un animale per poi non dedicargli il tempo e l'amore che deve. Piuttosto STATE SENZA, lo Stato Italiano ancora non prevede leggi che impongano la presenza tassativa di animali in ogni nucleo familiare. Come chi abbandona, che nervi. Ma chi ti ha chiesto di prendere un cane? Ma chi ti ha costretto, dico io? Ci sono migliaia di strutture in Italia che trattano gli animali quasi meglio delle persone, lasciateli stare lì. Stupidi. E mi fermo qui perché poi la prendo sul personale.
(Mari's Red Room&Le maratone di un bradipo cinefilo per il sociale.)
8) Come descriveresti il tuo veterinario e come vorresti che fosse il tuo veterinario ideale?
 Il mio veterinario, che mi fa troppo ridere perché il suo cognome è il nome di un animale e lo trovo molto appropriato, è caruccio. Non mi fa impazzire sinceramente, credo sia un po' freddo, non so se sono gli anni a contatto con gli animali ad averlo reso così o se è una questione caratteriale. L'ho visto rimanere impassibile di fronte ad un cucciolo di Akita tutto bianco.( io in questo devo dire di essere scarsamente professionale, i cucciolotti e gli animaletti me li spupazzo tutti per un po' prima di visitarli, sempre se loro gradiscono, credo che sia anche un modo per non far aumentare la loro diffidenza nei miei confronti).
 Ditemi voi se è una cosa umana, io stavo impazzendo di fronte a tanto splendore. Ma è competente e serio, che sono le cose che mi interessano di più. Il mio veterinario ideale deve essere prima di tutto questo: competente. Una persona che fa il suo lavoro con passione, perché se hai quella hai tutto: l'entusiasmo, la voglia, il cuore. E lavori meglio. 
9) Sei in fase di trasloco : e se non fosse possibile portare Matteo con te?
Ho risposto involontariamente su: no, no, no.
Egoisticamente, io qui non ce lo lascio. Farò quanto posso affinché il cambio sia per lui il meno traumatico possibile. Stiamo iniziando a portarlo a vedere la casa mentre siamo là a lavorare, e di solito portiamo con noi la coperta su cui dorme di solito. Vedremo come andrà quando inizieremo a vivere lì.
(Che dice, Dottore, stiamo sbagliando? Me lo dà lei qualche tip su come non farlo diventare matto, per favore?....ehm quella di far traslocare anche gli odori della sua vecchia casa è un ottimo espediente, ma per lui servirà comunque un certo periodo di adattamento, il trasloco sarà stressante anche per lui)
10) Un evergreen delle mie piccole interviste, la domanda marzulliana: se Matteo fosse un film, un libro o una canzone?
Questa mi piace assai. 
Un film: Il labirinto del fauno. Dolce e bellissimo.
Un libro: uno qualsiasi di Jonasson, perché quando vuole fa morire dalle risate.
Una canzone: Dammi da mangiare, Francesco De Gregori.
11) A quale personaggio letterario, televisivo o cinematografico, lo accosteresti?
AHAHAHAHAHAHAHA la prima che mi è venuta in mente è Bridget Jones!
Ci prova a fare la fighetta, e poi è un gran salame. 
Come lui!
AHAHAHAHAHAHAH, sto immaginando il mio gatto cantare All by myself, non finirò mai di ridere! E il gelato se lo magna davvero.
12) Avete mai pensato di trovare compagnia quadrupede per Matteo?
Spesso. A noi piacerebbe anche prendere qualche altra bestiolina, ma lui è una specie di maschio alpha che monopolizza l'attenzione di chiunque e si offende sfacciatamente quando le nostre mani si posano su altri animali. Oltretutto è anche cattivello con gli altri, non è esattamente socievolissimo.
13) Solita chiusura : titoli di coda , varie ed eventuali...
Sai che mi sono divertita assai a straparlare del mio ometto? Grazie, Bradipo! E voi, lettori, portate pazienza, è stato lo straparlare di una innamorata!:)

E io ringrazio te , Marika per questa intervista divertente e sbarazzina, mi sono divertito parecchio a leggere le tue risposte e spero che i lettori si divertano come me....

Le iscrizioni sono sempre aperte commentando qui o in un altro dei posts appartenenti al gruppo Il mio quattrozampe e io, gruppo che sta diventando sempre più numeroso.
Il prossimo della lista è Nick Parisi del blog Nocturnia.
Alla prossima settimana!

16 commenti:

  1. Risposte
    1. sembra proprio una delizia da coccolare...

      Elimina
  2. Bel micione! :)
    Io sono stata fortunata, il trasloco è coinciso con l'arrivo dei mici ma se dovessi ri-traslocare e abbandonarli... aaargh!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il trasloco è brutto per noi ma anche per loro...

      Elimina
  3. Bellissimo micio!
    Aggiungo che è sempre un piacere incontrare un altra persona appassionata di film horror.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matteo è superpacioccoso e Marika è veramente simpatica..Nick la settimana prossima tocca a te...sei pronto?

      Elimina
  4. Stupendo e pacioccoso.
    E molto bella anche l'intervista, con domande davvero interessanti.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Moz ma nel campo delle interviste sei tu il Maestro e io mi prostro umilmente :)

      Elimina
    2. Ma assolutamente no... le tue domande sono sempre molto profonde e personali, le mie di contro sono superficiali! :)
      Moz-

      Elimina
    3. ma stai buonino che mi confondi e mi fai diventare rosso come un peperone....

      Elimina
  5. Ma che meraviglia questo Matteo! Un micione bellissimo e veramente amato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, è paciocconissimo ed è molto amato. Un gatto decisamente fortunato!

      Elimina
  6. Risposte
    1. è il primo gatto che sento con questo nome...

      Elimina
  7. Grazie mille a te, super Bradipo, e a tutti i commentatori! Avrò premura di non riferire a Matteo i vostri complimenti altrimenti quello si monta la testa e chi lo tiene più?:D Grazie davvero!

    RispondiElimina
  8. Matteo...io me ne sono innamorata subito e adesso come la mettiamo con la proprietaria..!?
    .
    Marika , sto scherzando , ma il tuo micione è veramente da coccolone...
    Lunga vita Matteuzzo..
    Baci a te!

    RispondiElimina