I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

lunedì 16 giugno 2014

Edge of tomorrow ( 2014 )

Gli alieni hanno attaccato la Terra che fronteggia l'invasione con tutti i mezzi in suo possesso. Le cose vanno male però. Il maggiore dell'esercito americano William Cage, classico militare da salotto con té e pasticcini addetto alle comunicazioni dopo un colloquio poco cordiale con un ufficiale della forza di difesa è catturato suo malgrado in un loop temporale in cui si trova in prima linea nel bel mezzo di una squadra d'assalto.
E muore nelle più svariate maniere ritornando però sempre al punto di partenza.
Una base militare in cui si trova a far parte di una squadra d'assalto.
Con l'intelligenza riesce a migliorare le sue abilità, come all'interno di un gigantesco videogame e assieme a Rita, uno che ha vissuto tutto quello che sta vivendo ora lui, va a caccia della soluzione dell'enigma ovvero la distruzione degli alieni.
Qui a bottega i film sui paradossi temporali piacciono e anche parecchio.
Pure se sono furbetti come questo o come era Source Code di Duncan Jones.
Frammenti di vita vissuti al massimo della velocità appena prima di una morte ineluttabile.
E il gioco di entrambi i film sta proprio nell'evitare il più a lungo possibile questa morte che arriva puntuale  e nei modi più atroci possibili.
Edge of tomorrow non cavalca fino in fondo il paradosso temporale ma lo usa come elegante espediente narrativo per innescare un meccanismo videoludico in cui il protagonista/giocatore deve progressivamente migliorare le proprie abilità per superare le varie prove a cui è sottoposto.
E proprio come un videogame la difficoltà aumenta progressivamente di quadro in quadro  e quel vivi/muori/ripeti si arricchisce sempre di nuovi particolari che rendono più eccitante una visione che altrimenti sarebbe stancante e ripetitiva.
Doug Liman usa un montaggio ultraserrato e ha l'abilità necessaria a non far divorare il film dagli effeti speciali aggiungendo al loop temporale quella spruzzata di Aliens -Scontro finale e quel pizzico di Starship Troopers che non guasta mai.
Riesce a tenere il film miracolosamente in equilibrio tra passato e futuro con soldati che si fondono con il loro esoscheletro multifunzione e alieni dal disegno minimal che però colpiscono per la loro nefasta letalità.
E anche lo sbarco dei soldati su quella spiaggia in uno scenario brullo e disperato fa tanto D day e spiaggia della Normandia, fa tanto Salvate il soldato Ryan anche in termini di vite umane con i visceri in bella vista del film di Spielberg sostituiti dai frammenti di esoscheletro polverizzati in un nanosecondo senza che la vittima ne sia minimamente consapevole.
Insomma Edge of tomorrow è un bel giocattolone che tra le altre cose ha anche il pregio di non prendersi troppo sul serio spruzzando ironia qua e là , giusto per non appesantire l'atmosfera plumbea che colora il destino del maggiore Cage , qualcosa di cui si è anche contenti perché il suddetto maggiore non è proprio il massimo della simpatia.
Anzi sembra più un furbetto del quartierino.
Cruise si presta al gioco in mezzo a scenari postapocalittici veramente ben disegnati e col passare dei minuti diventa quasi simpatico.
Ho detto quasi....
La Blunt in veste supereroina non mi fa impazzire, ha sempre quello sguardo un po' così ben lontano dall'essere intenso, ma qui è discretamente efficace.
Edge of tomorrow è il classico film da vedere sgranocchiando quintali di popcorn e che appassiona allo stesso modo di un videogame sulla cui falsariga è costruito.
Se basta questo è ottimo intrattenimento ed è senza dubbio meno scemo di quello che sembra....

( VOTO : 7 / 10 ) 

Edge of Tomorrow (2014) on IMDb

13 commenti:

  1. Risposte
    1. e daje , fagliela che ti diverti...almeno un pochito....

      Elimina
  2. Un ricomincio da capo fantascientifico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto Luca, un sanguinosissimo giorno della Marmotta..

      Elimina
  3. Nonostante Tom Cruise mi sono divertita abbastanza, piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, nonostante lui che non è proprio apprezzato al top qui a bottega, è divertente...

      Elimina
  4. Immaginavo ti sarebbe piaciuto. Concordo in pieno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tamarrata galattica assolutamente piacevole...

      Elimina
  5. Risposte
    1. più o meno ci ha messo tutti d'accordo...

      Elimina
  6. Penso che lo recupererò presto in DVD non appena lo faranno.

    RispondiElimina
  7. me lo voglio vedere, appena ho un po' di tempo lo recupero pure io ^_^

    RispondiElimina