I miei occhi sono pieni delle cicatrici dei mille e mille film che hanno visto.
Il mio cuore ancora porta i segni di tutte le emozioni provate.
La mia anima è la tabula rasa impressionata giorno per giorno,a 24 fotogrammi al secondo.
Cinema vicino e lontano, visibile e invisibile ma quello lontano e invisibile un po' di più.

venerdì 20 luglio 2012

The Amazing Spider-Man ( 2012 )

Se una bella sera d'estate, un po' troppo calda perchè i vestiti ti si appiccicano addosso e neanche un aliito di brezza marina riesce a dare un minimo sollievo alla cappa afosa incombente, uno decide di andare al cinema , anche solo per godersi per un paio d'ore un ambiente climatizzato, può scegliere tra ben poche cose.
E ,dato che le altre sono state già viste per mancanza di alternative bisogna mettersi l'animo in pace , farsi il segno della croce ed entrare a vedere questo The Amazing Spiderman('mmazza se la cantano e se la suonano, già nel titolo dicono che è divertente).
Una visione inevitabile, quindi.
L'unica cosa che spero in cuor mio mentre sto entrando in sala è che questo reboot ( si chiamano così , no? )  non sia re-boot-ante come mi aspetto.
Le aspettative sono una brutta cosa soprattutto per chi ha molto gradito( se non amato) i film di Raimi sull' aracnide fatto eroe.
I primi due film soprattutto sono dei tasselli importanti nella storia del cinema supereroistico e se si pensa  che al grande Sam   hanno levato il progetto per divergenze monetarie e che quindi questo è un film dichiaratamente fatto al risparmio, beh , la prevenzione verso questo film aumenta a dismisura fino a diventare aperta ostilità.
Ma qui stiamo girando attorno alla questione senza affrontarla: è bello questo film?
La risposta è un bel no. Non può essere definito un bel film.  Forse per molti non sarà neanche così brutto ma io più ci penso e più mi sento preso in giro. Posso dire che è piaciuto ai miei figli, che può essere catalogato come intrattenimento ma cavolo, l'intrattenimento deve essere un minimo intelligente e qui invece  sovente si scavalla nella stupidità bella e buona.
Certo, conserva l'aria familiare di casa Spidey, ma  di un film che tende a livellare verso il basso tutto quello che era stato fatto in precedenza su Spiderman non se ne sentiva il bisogno. Quindi la visione per chi ha visto i film di Raimi è pleonastica anche perchè si rischia di entrare nel circolo vizioso del confronto.
E , spiace per questo nuovo Arrampicamuri di questa estate del 2012, non c'è confronto.
E' semplicemente un riassunto delle puntate precedenti a cui Marc Webb cerca di conferire un taglio spiccatamente umanista cercando di mettere al centro di tutto la storia di Peter con Gwen( forse perchè la commedia sentimentale è il suo campo, non è un caso che stavolta Gwen scopre subito la vera identità di Peter ) e non la lotta con lo scialbo Lizard interpretato da un Rhys Ifans veramente sprecato.
Se la grandezza di un supereroe si misura attraverso la statura dei suoi nemici , beh qui siamo messi male.Abbiamo solo un lucertolone gommoso che non mette neanche tanta paura. E non racchiude in sè neanche quel travaglio doloroso che ha reso grandi gli antagonisti dell'eroe dei film di Raimi.
A ripensarci bene anche la tuta dell'Uomo Ragno è fastidiosamente gommosa e nei duelli col lucertolone gli effetti speciali sembrano ben lontani dall'eccellenza ( e sto usando un eufemismo) a cui eravamo abituati da altre produzioni.
A meno che non sia stata fatta una scelta stilistica nel senso degli effetti vintage.
Ma probabilmente è stato fatto tutto un po' al risparmio , tanto al pubblico bastano una tutina rossa e blu e qualche ragnatela fatta di uno strano polimero.
Altra cosa spazzata via da questo The Amazing Spider-Man , forse proprio per quell'aggettivo contenuto nel titolo che gli impone di essere divertente a tutti i costi, è il senso di colpa che attanaglia Peter per la morte di zio Ben. Uno scherzo fatto dalle sliding doors del destino, niente altro e non ha nessuna implicazione o quasi sul proseguio del film.
Per non parlare poi dell'assassino dello zio che se andate a New York circola ancora libero per le strade, se ho capito bene.
Eppure... eppure il pubblico ha gradito pur con tutti  gli snodi risibili della sceneggiatura ( ad esempio il modo in cui lui riesce a imbucarsi alla blindatissima conferenza del dr Connors oppure  il fatto pur non sapendo un cacchio di scienza  risolve il problema di una proteina in cinque secondi dopo che il megaprofessore ci aveva studiato venti anni facendogli fare anche la figura del minchione) e la carenza di effetti speciali .
Che ormai senza supereroi al cinema si vada in crisi d'astinenza?
Però guardiamo i lati positivi: se lo avete guardato in una sala climatizzata avrete lo stesso trascorso due ore piacevoli non fosse altro per esservi sottratti alla calura estiva. E avrete mosso l'economia stagnante comprando il biglietto, magari la bibita e anche il popcorn.
Il problema è che a fine bibita e popcorn avanza troppo film.
E, visto che stiamo parlando di un inizio di una nuova saga , il finale se l'è mangiato il gatto.
Ah un'ultima cosa: Emma Stone bionda e tutta ordinatina   nun se po' proprio vede'.

( VOTO : 4 / 10 ) The Amazing Spider-Man (2012) on IMDb

10 commenti:

  1. L'hai bottigliato per le feste! ;)

    Io devo ancora vederlo, ma mi sa tanto che sarò della tua stessa opinione, da ragnofilo hardcore.

    RispondiElimina
  2. se sei ragnofilo hardcore temo che non gli darai scampo...o forse si boh non lo so...Io gli ho tirato addosso quello che avevo perchè mi ha proprio indispettito!

    RispondiElimina
  3. Per me sei stato un pochino troppo duro. E' un film godibile ed i due protagonisti non se la cavano per niente male, anzi. Lei è molto meglio di quella svampita di Mary Jane!Ma io non sono ragnofila....

    RispondiElimina
  4. mi ha indispettito oltre i suoi demeriti: effetti speciali poveri,un cattivo privo sostanzialmente di spessore...mi è sembrato come il cinepanettone del filone supereroistico...ai miei figli è piaciuto, forse è perchè hanno abbassato il target di riferimento oppure sono io che sto diventando troppo vecchio...

    RispondiElimina
  5. Non lo guarderei manco sotto tortura

    RispondiElimina
  6. ah ah ...e ci credo..soprattutto se sei ragnofilo!

    RispondiElimina
  7. "oppure sono io che sto diventando troppo vecchio...! per queste stronzate, come avrebbe detto qualcuno :)

    Impietoso, leggiucchiando qua e là in rete ero tentato di andarlo a vedere (io sono un Marvel Fan, non in particolar modo di Spidey, ma un ormai da tempo Marvel Fan.

    E no, non mi sento ancora vecchio per queste stronzate :)

    RispondiElimina
  8. ah ah ..il problema è che io non mi sento troppo vecchio per 'ste stronzate ma poi ti ci fanno sentire...

    RispondiElimina
  9. Cavolo non salvi neanche la dolce Emma! Io lo vedrò solo per lei!

    RispondiElimina
  10. a me Emma piace da matti..però la voglio rossa e selvaggia non biondina , ordinatina anche se esibisce uno stivalone maialesco con tanto di calza a mezza coscia che depone sicuramente a suo favore...

    RispondiElimina